Scicli, nascono le mini Isole ecologiche

78

Sei isole ecologiche sono in arrivo a Scicli. Saranno recintate, video-sorvegliate notte e giorno e con accesso controllato. Ad aggiudicarsi la gara per la costruzione delle sei isole, per un importo a base d’asta di 571.400 euro, la Tech Servizi di Floridia.

Nelle Isole si potrà conferire Plastica, Carta, Vetro, Indifferenziato. Non si potranno conferire né l’umido nè gli ingombranti. Le Isole avranno dei sensori che avviseranno gli operatori quando avranno raggiunto il colmo della capienza, in modo da essere svuotate.

Saranno costruite con una recinzione in pietra a secco, in gabbionate, si entrerà da un cancello elettronico che si azionerà grazie al riconoscimento della tessera sanitaria, e all’interno ospiteranno dei cassonetti azionati sempre da tessera sanitaria che funzioneranno come le macchine mangiaplastica.

“Il Comune di Scicli- spiega il sindaco Mario Marino- ha ottenuto un finanziamento a valere sui Fondi PNRR con un progetto elaborato dall’ufficio tecnico del Comune con il fine di fornire al territorio una soluzione tecnologica ed innovativa che permetta ai cittadini di usufruire di un servizio di raccolta rifiuti maggiormente efficiente, dinamico e rivolto all’utenza, principalmente in zone e frazioni su cui da tempo si evidenziava la necessità di migliorie nel sistema di raccolta rifiuti ed una adeguata campagna di informazione e sensibilizzazione”,

“In questa ottica l’Amministrazione Comunale, in sinergia con il Gestore, ha intenzione di attuare un sistema misto di raccolta dei rifiuti che prevede l’introduzione (su zone preventivamente individuate) di Isole ecologiche e Centri di Raccolta rifiuti informatizzati, mantenendo in ogni caso la raccolta domiciliare dei rifiuti, se pur integrata con il nuovo sistema”.

“Grazie a tali infrastrutture i cittadini potranno utilizzare di un servizio senza vincoli di orario e giorno, identificandosi con la Tessera Sanitaria che verrà abilitata insieme a quella di tutti i componenti del nucleo familiare iscritto al ruolo Tari, pesando i rifiuti differenziati conferiti: ciò consentirà una migliore comodità e flessibilità di conferimento dei rifiuti secondo le proprie esigenze ed una attenzione verso il singolo cittadino conferente”, aggiunge l’assessore Enzo Giannone.

Oltre alle sei Isole, nell’affidamento dell’appalto è previsto l’arredamento per due CCR, Centri Comunali di Raccolta, che nasceranno uno in contrada San Biagio e la cui apertura è prevista a breve, l’altro in contrada Zagarone.  Nel Ccr sarà possibile conferire tutti quei rifiuti non smaltibili attraverso la raccolta differenziata ordinaria: gli oggetti ingombranti, gli sfalci delle potature, i Raie, gli apparecchi elettronici, ma anche i farmaci, le pile, gli oli esausti o gli abiti usati, e ancora l’umido e gli inerti derivati da piccoli lavori.

Chi conferirà i rifiuti nelle Isole e nel Ccr avrà una premialità: lo sconto sulla Tari.

Le Isole sorgeranno a Scicli, Jungi, Donnalucata, Playa Grande, Cava d’Aliga e Sampieri.