Violenza domestica: arresti e denunce a Vittoria, Modica e Acate

128

Due arresti e una denuncia per violenza sulle donne. Questo il bilancio di tre interventi del Comando Provinciale dei Carabinieri di Ragusa a Modica, Acate e Vittoria

In particolare, a Modica i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Modica, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un modicano di 56 anni, divorziato, censurato, resosi responsabile del reato di atti persecutori ai danni dell’ex compagna.

L’allarme è stato lanciato tramite la chiamata al 112 fatta dalla stessa vittima. L’uomo non aveva mai accettato la fine della relazione e, in evidente stato di alterazione psicofisica,  nella tarda serata di ieri l’ha prima minacciata e poi picchiata. La tempestiva richiesta di aiuto ha consentito l’intervento dei militari che hanno contenuto, con non poche difficoltà, la veemenza dell’aggressore, anche grazie all’ausilio di un’altra pattuglia. Secondo quanto accertato, da tempo l’uomo aveva posto in essere atteggiamenti violenti nei confronti dell’ex compagna, ingenerando in lei un evidente stato di timore e di limitazione nei suoi rapporti interpersonali. A causa della colluttazione con il suo aggressore e delle lesioni subite, la donna è stata medicata al locale Pronto Soccorso. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria l’uomo è stato condotto nella casa circondariale di Ragusa.

Ad Acate, invece, lo scorso 9 maggio i Carabinieri della locale Stazione sono intervenuti a seguito di una segnalazione pervenuta alla Centrale Operativa per lite in famiglia. Giunti sul posto, hanno appreso che la lite scaturiva tra conviventi per futili motivi e che l’uomo, un cittadino albanese, aveva aggredito la compagna con minacce, calci e pugni. Gli operanti hanno immediatamente garantito i soccorsi alla vittima la quale, trasportata all’ospedale “Guzzardi” di Vittoria, è stata successivamente dimessa con 30 giorni di prognosi. I militari hanno quindi formalizzato le dichiarazioni della signora e attivato le procedure di protezione delle donne vittime di violenza, nonché deferito il compagno all’Autorità Giudiziaria per il reato di maltrattamenti in famiglia contro la convivente.

A Vittoria, infine, lo corso 10 maggio i Carabinieri della locale Stazione hanno dato esecuzione alla misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un vittoriese. Lo scorso novembre l’uomo aveva minacciato e vessato la ex compagna anche in presenza della figlia minore. A febbraio, quindi, l’Autorità Giudiziaria aveva emesso un provvedimento di divieto di avvicinamento alla vittima con controllo mediante braccialetto elettronico. Tuttavia, l’esecuzione del provvedimento non è stata di fatto applicabile poiché l’uomo risiedeva in un’abitazione che non garantiva la distanza minima dalla vittima prevista dalla legge. Pertanto l’Autorità Giudiziaria, informata dell’impossibilità dell’esecuzione della predetta misura, ha ritenuto necessario emettere la misura cautelare degli arresti domiciliari a tutela della vittima.