Comiso: violenza sessuale, fermato un minorenne

3751

Un minorenne di nazionalità tunisina è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di violenza sessuale.  

Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, nelle prime ore del pomeriggio di giovedì scorso il giovane, dopo aver notato una donna di 33 anni  all’interno della villa comunale di Comiso, in Viale della Resistenza ha iniziato a seguirla e indirizzarle insistenti avances sessuali. La donna, percepito il pericolo, ha cercato di di allontanare il giovane straniero ed ha accelerato il passo per far perdere le proprie tracce.

Il minorenne, noncurante dei rifiuti e delle richieste di aiuto da parte della vittima, con una mossa fulminea ha bloccato la donna costringendola a subire atti sessuali. In particolare, l’ha baciata sulla bocca, le ha palpeggiato i seni e le ha alzato la gonna.

Le urla disperate della vittima hanno attirato un passante che si è giunto in suo soccorso e ha messo in fuga  il giovanissimo cittadino tunisino.

In considerazione di quanto accaduto ed a seguito della denuncia sporta dalla donna è stata avviata una tempestiva ed immediata attività di indagine, con l’acquisizione e analisi delle immagini dei sistemi di video sorveglianza presenti nella zona della villa comunale e nelle vie adiacenti e con l’acquisizione delle dichiarazioni rese da testimoni oculari che hanno assistito alla violenza subita dalla vittima. Il ragazzo, poi risultato affidato ad una Comunità per minori stranieri non accompagnati di Comiso, è stato trovato poco distante dagli agenti della Polizia di Stato di Comiso e della Squadra Mobile di Ragusa.

In considerazione dei gravi indizi di colpevolezza e del concreto pericolo di fuga il cittadino di nazionalità tunisina è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto da parte della Polizia Giudiziaria e, su disposizione dell’Autorità Giudiziara competente, è stato condotto presso il Cpa di Catania.