Vittoria: situazione preoccupante alla Villa Comunale

1940

Una situazione piuttosto preoccupante quella descritta dalla consigliere comunale Valentina Argentino (Movimento 5 Stelle) che ieri pomeriggio si è recata alla Villa Comunale di Vittoria. 

“In seguito ad una segnalazione, ieri pomeriggio mi sono recata alla villa comunale intorno alle 18.00 accompagnata (per fortuna) da mio marito.  Non abbiamo trovato nessun bambino, nessuna famiglia…eppure era domenica pomeriggio. Le uniche presenti, madre e figlia, ci consigliano di andare via poiché è pericoloso rimanere”.

Argentino prosegue quindi il suo racconto:
“Bande di ragazzi extracomunitari con casse di birra al seguito, e non so cos’altro. Uno di loro ci segue tutto il tempo mentre parla al telefono (con chi?) finché non si accerta che andiamo via. Forse eravamo due ospiti inaspettati e scomodi.  Ci dirigiamo verso l’uscita, pensando che abbiamo un parco invidiabile da tutta la provincia, non valorizzato e frequentato dai cittadini come meriterebbe”.

“La mia- precisa l’esponente del M5S- non è cattiva pubblicità, piuttosto un segnale di allarme affinché si torni a vivere tutti insieme il nostro parco pubblico, senza distinzione d’età, di sesso, di religione, di provenienza, perché il parco è di TUTTI. Servono più controlli delle forze dell’ordine, al fine di verificare l’identità dei soggetti, la regolarità dei permessi di soggiorno di queste persone che frequentano i luoghi più sensibili della città e se in quei luoghi vi è traffico di stupefacenti.  D’altro canto, occorrerebbe una guardia all’ingresso della Villa comunale che monitori la situazione.  Abbiamo posti magnifici- conclude- non arrendiamoci allo stato delle cose con rassegnazione”.