San Giovanni: ieri notte il ‘viaggio’ da Scoglitti, Acate e Comiso

547
Sono entrati nel vivo questa notte i festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista, patrono di Vittoria. Da Scoglitti, Acate e Comiso tantissimi pellegrini hanno infatti percorso il primo viaggio a piedi, quello che tradizionalmente si compie nella notte fra il 23 ed il 24 giugno. 
Mentre la maggior parte delle città celebra la salita in cielo, con la morte, di San Giovanni, Vittoria ricorda la sua nascita, a sottolineare l’importanza di colui che è stato il precursore del Signore.
A rendere il “viaggio” sicuro, la presenza della Protezione Civile di Vittoria che ha regolato il passaggio dei pellegrini nei vari incroci, ha facilitato il transito delle auto lungo le varie arterie ed ha anche rifocillato i pellegrini con dell’acqua.
Per il comune di Vittoria era presente anche l’assessore al ramo, Giuseppe Nicastro.
Alle 4 di oggi, poi, la solenne celebrazione eucaristica dell’alba presieduta dal vescovo di Ragusa, mons. La Placa. Per l’occasione, il Vescovo ha ricevuto dal Comitato dei festeggiamenti ed indossato una mitra sulla quale è raffigurato il Battista. Sul retro, è invece riprodotto l’emblema della diocesi di Ragusa, tra decori che ricordano quelli di una pianeta ottocentesca in uso nelle celebrazioni più solenni della Basilica.

In fondo alle infule campeggia lo stemma episcopale di La Placa. Autore del dipinto è Giorgio Cicciarella.