Pozzallo, domiciliari per responsabile incendio agenzia vicesindaco

178
SONY DSC

Arresti domiciliari per l’uomo che il 3 giugno scorso aveva incendiato l’agenzia marittima del vicesindaco di Pozzallo. Si tratta di un uomo di 48 anni, residente nella città marinara, celibe e e con numerosi pregiudizi di polizia a carico.

Inizialmente all’uomo era stato imposto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, ovvero una donna con la quale l’indagato aveva avuto una relazione sentimentale, a seguito delle reiterate condotte persecutorie attuate nel tempo.  L’apice della condotta persecutoria era stato poi raggiunto con l’incendio appiccato ai danni degli uffici dell’agenzia di spedizioni marittime “S.R. Shipping Srl” di cui è amministratore unico l’assessore e vicesindaco del comune di Pozzallo.

Per tutta questa serie di ragioni e a seguito delle risultanze ottenute dalla Stazione Carabinieri di Pozzallo, competente per territorio, è stata proposta richiesta di aggravamento della misura cautelare. L’Autorità Giudiziaria, sulla base degli elementi raccolti, ha immediatamente dato seguito a tale richiesta disponendo gli arresti domiciliari per l’uomo.