Comiso: minaccia di far esplodere bombola del gas, ore di tensione

271

Momenti di tensione ieri a Comiso dove un uomo di  59 anni si è barricato in casa con delle armi ed una bombola del gas piena, minacciando con un accendino in mano di farla esplodere. A dare l’allarme sono stati i vicini di casa che hanno chiamato il numero unico per le emergenze, 112.

L’uomo, in forte stato di agitazione, ha insultato e minacciato gli agenti della volante e i carabinieri, invitandoli ad allontanarsi. Sul posto è intervenuto il, dirigente del commissariato di Vittoria, il vicequestore Giovanni Arcidiacono che ha fatto allontanare tutti, mettendo in sicurezza la zona e ha avviato da solo la trattativa con l’uomo, avvicinandosi sempre da solo all’abitazione.

Arcidiacono, che ha anche la qualifica di negoziatore della Polizia di Stato, ha iniziato il dialogo con l’uomo, riuscendo a calmarlo e alla fine a farlo desistere dal suo intento.  A quel punto l’uomo è anche uscito di casa.

Il cinquantanovenne, che ha vari precedenti di Polizia, sarà denunciato a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale e minacce.