Gela: rapina un’anziana in casa dopo averla picchiata, arrestato

145

Un uomo di 35 anni è stato arrestato dalla Polizia di Stato con l’accusa di rapina aggravata ai danni di una donna anziana che vive da sola in casa. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’uomo si era introdotto in casa della donna di notte, erano circa le 4:30 della notte tra il 12 e 13 giugno scorsi, mentre la vittima dormiva. L’episodio si è registrato, tra l’altro, in un popoloso quartiere centrale del comune gelese. 

Il rapinatore si era introdotto nell’abitazione, con il volto travisato, attraverso una finestra. Una volta dentro, ha picchiato violentemente la donna e poi l’ha costretta a consegnargli tutto il denaro e l’oro che custodiva in casa. Afferrato il bottino, 300 euro in contanti e diversi monili in oro, è fuggito tra le vie del quartiere Carrubbazza.

Gli agenti del Commissariato di Gela, dopo una ricostruzione dell’accaduto e sfruttando al meglio gli elementi forniti dalle immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti in zona, e anche grazie all’esperienza e la conoscenza del territorio, hanno riconosciuto il rapinatore nel pluripregiudicato, già sottoposto a sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno e permanenza in casa durante le ore notturne. L’uomo è risultato gravato da precedenti, tra gli altri, per reati contro la persona e il patrimonio.

Nel pomeriggio di ieri, gli uomini della Polizia di Stato appartenenti alla Squadra Investigativa del Commissariato di Gela hanno quindi dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. di Gela su richiesta della locale Procura.