Scuola di Pedalino, interviene l’assessore Schembari

4

L’assessore alla pubblica istruzione, Maria Rita Schembari, smentisce le affermazioni del Partito democratico di Pedalino che aveva dato il merito della salvaguardia della dirigenza scolastica all’onorevole Pippo Digiacomo. “Per quanto concerne il tentativo – dichiara l’assessore Schembari -, e cioè quello di salvaguardare peculiarità e sopravvivenza anche del Liceo Artistico “Fiume”, la proposta dell’amministrazione comunale comisana, lungi da ciò che sosteneva qualcuno, non è stata affatto giudicata risibile o campata in aria, tanto più che era stato lo stesso assessorato regionale a porre tale eventualità tra i suoi criteri. Solo che, è stato precisato, la procedura per accorpamenti in verticale di quel genere necessita di un iter più lungo, che prevede un preciso pronunciamento da parte del Ministero dell’Istruzione a Roma, e i tempi ristrettissimi con i quali il Tavolo doveva assumere decisioni entro la stessa sera dell’8 febbraio non consentivano più di vagliare proposte, che, anche se definite “apprezzabili e legittime”, non potevano essere esitate positivamente dai presenti. L’obiettivo di salvaguardare Pedalino è stato raggiunto. Pedalino rimane sede di dirigente scolastico e di direttore dei servizi amministrativi, con buona pace di chi ne aveva già sostenuto l’irreversibile perdita. Tanto dovevamo al nostro territorio, tanto dovevamo ai residenti di Pedalino, tanto ci basta”.