Modica Alta, ovvero il Borgo degli Artisti

2

Proseguono proficuamente i focus group organizzati dallo staff del progetto “Borgo degli Artisti”, finanziato attraverso un bando Anci per la creatività giovanile, che si sviluppa attraverso idee ed iniziative di rigenerazione urbana del quartiere di Modica Alta. Un borgo che necessità d’essere rivitalizzato diventa, grazie a questo progetto, il luogo di una sperimentazione volta a ricercare nuovi modi di viverlo e di abitarlo.

I ragazzi del gruppo di ricerca – Chiara Facello, Filippo Gagliano, Valentina Russo, Anna Scifo, Marco Terranova – tengono un laboratorio permanente nei locali che furono della scuola De Amicis, a San Teodoro.

E qui hanno invitato, un po’ alla volta, tutti i soggetti che possono essere coinvolti nella rivitalizzazione di Modica Alta: nei vari focus group sono stati invitati i comitati di quartiere, le parrocchie e le comunità religiose, le associazioni artistiche e culturali e, nei giorni scorsi, gli operatori economici.

“L’obiettivo – spiegano gli organizzatori – è coinvolgere la popolazione locale e costruire un progetto collettivo rispetto alla possibilità di promuovere eventi culturali strettamente connessi all’identità del quartiere e rivitalizzare il tessuto sociale, culturale ed economico del borgo di Modica Alta attraverso la progettazione e la realizzazione di eventi, promuovendo occasioni di condivisione e formazione collettiva”.

Un obiettivo che si persegue attraverso queste attività di community planning, con il coinvolgimento attivo degli abitanti del quartiere e di tutti i portatori di interessi, al fine di costruire decisioni più efficienti, più eque, più sagge, più stabili e più facili da attuare.

In questo modo si costruirà quasi un racconto corale del quartiere di Modica Alta, attraverso esperienze e vissuti.