Giovanni Migliore sarà il candidato del PdL?

1

L’investitura non è ancora ufficiale, ma gli indizi sono abbastanza da rappresentare una prova del fatto che il PdL modicano sta pensando a Giovanni Migliore come alla soluzione del problema della candidatura a sindaco di Modica.

Tra gli indizi c’è l’improvviso scalpitare del consigliere comunale del PdL Nino Gerratana, che ha finora tenuto un profilo basso sull’argomento delle amministrative, ma che proprio in queste ore ha cominciato ad alzare la voce pretendendo che “prima degli uomini vengano scelti i programmi” e che “la scelta degli uomini avvenga attraverso le primarie”.

Basterebbe questo a far presupporre che in casa PdL ci si sta muovendo – piuttosto – per scegliere gli uomini. E che la scelta stia ricadendo proprio su un “compagno di banco” di Gerratana, che rispetto ha lui ha qualche anno in meno di esperienza nell’aula consiliare di Palazzo San Domenico, ma che comunque è riuscito a costruirsi una sua credibilità.

Giovanni Migliore, imprenditore, eletto per la prima volta nel 2008 nella lista di “Idea di centro” che faceva direttamente riferimento al deputato Nino Minardo, in questi anni si è concentrato in modo particolare sulle questioni di bilancio, facendo da vera e propria spina nel fianco dell’Amministrazione comunale sull’argomento che più di tutti ha occupato l’attenzione del dibattito cittadino. Nonostante negli ultimi mesi Migliore si sia un po’ defilato dalla scena politica e pubblica, potrebbe dunque essere l’uomo giusto su cui puntare.

Solo quando il PdL scoprirà le proprie carte, comunque, sarà possibile stabilire chi si rivelerà disponibile a sostenere questa proposta, tra i tanti soggetti che si stanno muovendo nell’area di centrodestra, lavorando alla formazione di liste che – al momento – non si sa a sostegno di chi si collocheranno: è sicuramente il caso dell’ex deputato regionale Riccardo Minardo, dell’ex sindaco Piero Torchi e del Presidente del Consiglio Carmelo Scarso.