Gli assessori si spiegano: “Le scelte dell’Udc hanno minato la credibilità di chi lo ha rappresentato”

2

Al segretario regionale dell’Udc

On. Giampiero D’alia

 

Al segretario provinciale dell’Udc

Pinuccio Lavima

 

All’on. Orazio Ragusa

 

e p.c. Al sig. Sindaco del Comune di Comiso

 

I sottoscritti Roberto Cassibba, assessore ai Lavori Pubblici e Servizi al Territorio, Salvatore Schirmo, assessore ai Servizi sociali, e Alessandro Guastella consigliere comunale

 

Considerato che si sono tenuti a Comiso diversi incontri alla presenza del Segretario provinciale, delle figure istituzionali e di diversi dirigenti locali, aventi ad oggetto la nomina del Coordinatore cittadino, “figura indispensabile per l’inizio delle interlocuzioni con gli altri partiti”, la formazione della lista del partito e l’individuazione dei punti programmatici;

 

Tenuto conto delle disponibilità emerse nella riunione del 25 marzo 2013, riugardanti la formazione della lista e del Coordinamento, nonchè di quanto concordato e stabilito nella suddetta riunione con il Segretario Provinciale con la decisione di riaggiornarsi a subito dopo le festività pasquali per mettere a punto il percorso che doveva condurre alle elezioni amministrative (nomina coordinatore, alleanze e programma) al fine di poter iniziare le interlocuzioni con i vari partiti, liste civiche e gruppi;

 

Appreso a mezzo stampa il 2 aprile 2013 quanto deciso dai vertici provinciali “On. Ragusa e Pinuccio Lavima” circa la partecipazione alle primarie di coalizione del Pd e alla scelta del candidato centrista in maniera del tutto verticistica, senza che il partito a livello locale sia stato coinvolto a partecipare a riunioni specifiche per l’eventuale scelta di un candidato e contro la più elementare regola democratica

 

COMUNICANO

 

in riferimento a quanto accaduto, consapevoli che questo atteggiamento secondo l’opinione degli scriventi, ha minato l’immagine e la credibilità del partito e di coloro che lo hanno rappresentato a livello istituzionale con coerenza e dignità, i sottoscritti hanno deciso di dimettersi dal partito dell’Udc, decisione sicuramente sofferta, ma frutto di attenta e ponderata valutazione sul modus oeprandi del partito.

 

Comiso, 6 aprile 2013

 

L’assessore ai lavori pubblici

Arch. Roberto Cassibba

 

L’assessore ai Servizi sociali

Dott. Salvatore Schirmo

 

Il consigliere comunale

Dott. Alessandro Guastella