Prima “busta paga” per i consiglieri comunali

0

Prima “busta paga” per i nuovi ventinove consiglieri comunali. Il trentesimo è il presidente, ma a tale figura spetta l’indennità fissa. Con determina dirigenziale sono stati stanziati 8.870,40 euro per il pagamento dei gettoni di presenza per il periodo luglio-agosto. Ovviamente le cifre più alte riguardano i consiglieri dei monogruppo che hanno il diritto alla partecipazione a tutte le commissioni. Il più presente Carmelo Ialacqua (Movimento Città), con dodici presenze riceverà 537,60 euro. Tutte le somme, ovviamente, sono al lordo. A seguire, con undici presenze, pari a 492,80 euro, ci sono i consiglieri Angelo La Porta (Territorio), Sonia Migliore (Udc), Maurizio Tumino (Pdl), Giorgio Mirabella (Idee per Ragusa), Elisa Marino (Gruppo misto). Dieci presenze (448 euro) per Mario Chiavola (Il Megafono), e Gianluca Morando (Movimento Civico ibleo). Mario D’Asta, del Pd, ha preso parte a otto sedute (358,40 euro), mentre il collega di partito, Giorgio Massari, è stato presente a cinque riunioni tra consiglio e commissioni: percepirà 224 euro. Cifre molto basse per i “grillini” che, essendo in diciotto, devono “dividersi” la partecipazione alle commissioni. Sette presenze per Franca Antoci e Luca Schininà (313,60 euro). A sei sedute hanno partecipato Antonio Tringali, che è il capogruppo, Massimo Agosta, Serena Tumino, Filippo Spadola, Dario Fornaro, Giovanni Liberatore, Manuela Nicita e Dario Gulino: percepiranno 268,80 euro ciascuno. Mirella Castro, Davide Brugaletta e Maurizio Stevanato cinque sedute (224 euro). Quattro sedute per Federica Zara, Sebastiana Disca, Giorgio Licitra e Salvatore Dipasquale (179,20 euro). Gianluca Leggio ha partecipato a tre sedute (134,40). Infine Peppe Lo Destro di Ragusa Domani ha partecipato solo alle due sedute del consiglio: percepirà 89,60 euro. Tra luglio e agosto si sono tenute due riunioni del consiglio, una della prima, della quarta, della quinta e della sesta commissione. Non si è ancora riunita, invece, la commissione Trasparenza.

[Fonte: Giornale di Sicilia]