Inizia la nuova gestione dei rifiuti. Ma continuano i roghi ai cassonetti

0

Al via a Vittoria l’era post-municipalizzata. Da qualche giorno in città è la SAP, la ditta di Agrigento subentrata all’AMIU dopo essersi aggiudicata la gara d’appalto, a gestire ufficialmente le operazioni di raccolta dei rifiuti e di pulizia del territorio. Allo stato attuale si è ancora in fase organizzativa e dalla SRL fanno sapere di non voler rilasciare dichiarazioni ma di certo il lavoro da fare è tanto e il clima di tensione non aiuta.
I roghi di cassonetti della spazzatura sono quasi all’ordine del giorno e gli ultimi si sono verificati nella notte tra domenica e lunedì quando ignoti hanno dato alle fiamme due contenitori, il primo all’angolo fra via Carlo Pisacane e via Milano, il secondo fra via Roma e via Caporali degli Zuavi. Delle indagini si sta occupando la polizia di Vittoria.
Non solo incendi, comunque. E’ diventato, infatti, quasi normale trovare, praticamente ad ogni traversa, cassonetti senza il coperchio, danneggiati o capovolti. Addirittura in qualche circostanza, sempre di notte o in tarda serata, dei giovinastri sono stati visti lanciare i cassonetti giù dalle strade in pendenza con estremo pericolo per i mezzi in transito.  
Situazioni di allarme sociale che qualcuno, a bassa voce, ricollega al disagio e ai timori per la nuova gestione e per arginare le quali amministrazione comunale, forze dell’ordine e SAP sono assolutamente chiamate a collaborare tra di loro. Ieri pomeriggio il Sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, ha convocato i vertici della società per fare il punto della situazione e avanzare una serie di richieste. All’ing. Mirabile, rappresentante della ditta, il primo cittadino e il suo vice, Filippo Cavallo, hanno chiesto di fare in fretta perché è fondamentale dimostrare da subito la voglia di un cambio deciso di rotta.
“Non si è affatto parlato dei recenti fatti di cronaca (che non consideriamo intimidazioni ma soltanto gesti isolati di qualche incivile che non ha di meglio da fare) ma delle modalità con le quali riorganizzare i servizi di raccolta dei rifiuti e di spazzamento delle strade in determinate fasce di orario”, ha spiegato  Cavallo che ha evidenziato come sarà importante, in quest’ottica, interfacciarsi con la polizia municipale. “Abbiamo chiesto alla ditta anche una maggiore attenzione al problema della pulizia nei quartieri e speriamo che mediante l’utilizzo di più operatori si possa mettere mano a interventi ordinari e straordinari di bonifica nonché alla sostituzione dei cassonetti, alla cura del verde stradale e pubblico e ad una forte sensibilizzazione sui temi della raccolta differenziata. Il nostro obiettivo è di passare dal 5% attuale al 20% e anche per questo abbiamo chiesto alla SAP di accorciare i tempi e di compiere tutti i passaggi che porteranno alla piena operatività sul territorio prima dei tre mesi previsti. Io vigilerò – ha concluso Cavallo – affinchè tutto vada per il meglio e di settimana in settimana incontrerò i tecnici e gli addetti ai lavori per far si che questa delicata fase di traghettamento dall’AMIU alla SAP possa essere indolore e positiva per tutti”.