Un’altra agenzia di pompe funebri incendiata a Comiso

14

Difficile immagine che due incendi di agenzie di pompe funebri, consumati nel volgere di pochi giorni, ubicate a poche centinaia di metri l’una dall’altra a Comiso possa essere una semplice coincidenza. Poco prima delle due di stanotte, incendio di probabile natura dolosa ad un’agenzia di pompe funebri in Corso Vittorio Emanuele. Le fiamme hanno seriamente danneggiato il prospetto esterno, lesionato la vetrina dove vi erano degli oggetti in esposizione e, per propagazione, il fumo è entrato all’interno dell’agenzia, annerendo i muri dei due locali. Il tutto perché in vetrina pare ci fossero, poco distanti, alcuni rotoli di carta che hanno preso fuoco, per l’eccessivo calore sprigionato. Sul posto è stato immediato l’intervento delle squadre dei vigili del fuoco che hanno sedato il rogo, non consentendo alle fiamme di propagarsi ulteriormente. Intervento terminato intorno alle tre di stamani. Presenti sul posto le pattuglie del commissariato di polizia di Comiso, diretti da Emanuele Giunta, che hanno effettuato sopralluoghi e verificato alcuni dati utili al proseguo dell’attività investigativa. Sul poso si è resa necessaria la presenza anche della polizia scientifica che ha effettuato i rilievi del caso. Il modus operandi che sarebbe stato adottato in questo incendio coinciderebbe con il rogo consumato qualche giorno fa ai danni di un’altra agenzia di pompe funebri, del centro kasmeneo, in via Giovanni XXIII. Anche in quel caso, le fiamme di probabile natura dolosa, hanno riguardato l’esterno dell’immobile, con danni riportati al portone di ingresso e al prospetto. In questo caso l’intervento è stato condotto dai carabinieri di Comiso, che stanno indagando.