Giovane salvato da “angeli custodi”

2

Protagonista di questa triste vicenda è un comisano di 24 anni che ieri è salito a bordo della sua auto in direzione Modica. Nessuno avrebbe mai potuto immaginare che il ragazzo stesse andando incontro a quello che pensava fosse il suo destino. Una volta arrivato all’altezza del Ponte Costanzo ferma la macchina ma non scende. Rimane dentro a pensare e a scrivere. Una lettera struggente, una lettera di addio indirizzata alla sua ragazza. Ha deciso di volersi buttare giù ma vuole lasciare un’ultima spiegazione alla sua amata. Paradossalmente quelle che dovevano essere parole di addio diventano invece la ragione della sua salvezza. Rimanendo in macchina all’altezza del ponte infatti attira l’attenzione degli altri automobilisti. Alcuni di loro allarmati chiamano la polizia che manda subito una pattuglia. Gli agenti trovano il giovane già sceso dall’auto e pronto a lanciarsi giù nel vuoto. Con un’abile dialettica riescono però a convincerlo a tornare sui suoi passi rinunciando all’insano gesto. Il ragazzo è stato quindi accompagnato a casa e riconsegnato alla sua famiglia dove passerà adesso le feste di Natale come se fosse appena rinato.