Bilancio, i Revisori ritirano il parere favorevole. Allarme del centrosinistra

0

       I sottoscritti Consiglieri Comunali del Partito Democratico e di Sinistra, Ecologia e Libertà,

 

–       Tenuto presente che il 26 novembre il Consiglio Comunale di Modica, con i soli voti della maggioranza, approvava il Bilancio di previsione per l’anno 2013;

–       Rilevato che il Collegio dei Revisori dei Conti superando un precedente parere non favorevole al Bilancio Preventivo, dopo avere esaminato ed acquisito nella stessa riunione del Consiglio due emendamenti e degli accertamenti, trasformava il parere in favorevole a condizione che si procedesse ogni dieci giorni alla verifica degli equilibri finanziari del bilancio;

–       Vista la nota prot. n. 67 del 20 dicembre con la quale il Collegio dei Revisori dei Conti, prendendo atto che a circa un mese dall’approvazione del bilancio, non è stata effettuata alcuna verifica degli equilibri di bilancio, soprattutto in materia di entrate per recupero evasione, torna indietro e conferma il parere non favorevole al Bilancio di Previsione;

–       Ritenuto allarmante quanto evidenziato dal Collegio dei Revisori dei Conti e rilevato che in atto il Comune di Modica si trova con un bilancio di previsione privo del parere favorevole dell’organo di controllo contabile, elemento in sé fortemente critico in quanto potrebbe mettere a rischio di legittimità gli atti contabili adottati dopo il 20 dicembre, ed a maggior ragione alla luce del Piano di Riequilibrio ancora sotto esame da parte del Ministero;

–       Vista ancora la nota prot. n. 70 del 20 dicembre con la quale il Collegio dei Revisori dei Conti, alla luce della concessione della seconda anticipazione del prestito di venti milioni da parte della Cassa Depositi e Prestiti, ricorda che, sulla base della normativa in vigore, occorre che il Consiglio Comunale proceda entro il 5 gennaio a rimodulare il Piano di Riequilibrio, tuttora sottoposto al parere del Ministero;

–       Ritenuto che i tempi per la sua rimodulazione, predisposizione della Giunta, parere del Collegio dei Revisori dei Conti e approvazione del Consiglio Comunale, appaiono piuttosto ristretti per potere fare un lavoro accettabile, evitando quanto avvenuto il 14 luglio, quando la Giunta sottopose solo nella serata dell’ultimo giorno utile gli atti da potere approvare;

 

                                                               chiedono

 

–       all’Amministrazione Comunale quali iniziative intende assumere nell’immediato, sia relativamente alla richiesta del Collegio dei Revisori dei Conti, al fine di ottenere il parere favorevole al Bilancio di Previsione, sia per consentire entro il 5 gennaio al Consiglio Comunale di rimodulare il Piano di Riequilibrio, dopo l’ottenimento della seconda anticipazione di cassa da parte della Cassa Depositi e prestiti;

–       che la presente venga discussa alla prossima riunione del Consiglio Comunale.

 

                                                                                          Vito D’Antona

                                                                                          Giovanni Spadaro

                                                                                          Carmelo Cerruto

                                                                                          Ivana Castello