La “doppia beffa” della compostiera

29

Gentile Sig. Sindaco,
la precedente amministrazione, sin dal 2012, al fine di incentivare la riduzione dei rifiuti puntando sul recupero e riciclaggio degli stessi direttamente sul luogo di produzione, aveva messo a disposizione dei cittadini che ne avessero fatta richiesta delle compostiere per la raccolta della frazione umida  da installare presso giardini o orti di proprietà.

Il bando citava testualmente: “Alle famiglie che praticheranno correttamente il compostaggio e che saranno in regola con il pagamento del tributo sarà concessa una riduzione del 10% (dieci per cento) sul tributo (TARES) in vigore dall’anno successivo a quello della stipula del contratto di comodato.

I recenti avvisi di pagamento relativi al tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES), recapitati agli utilizzatori di compostiera domestica, non riportano però la prospettata riduzione del 10% ingenerando dubbi e perplessità.

Le compostiere inoltre, furono consegnate a seguito del versamento di un deposito cauzionale dell’importo di € 10,00 a cui si aggiunsero le commissioni postali pari a € 1,30 a totale carico dei cittadini.

A seguito del pronunciamento della Commissione di Audit della Comunità Europea, a gennaio del 2013, fu disposto il rimborso del deposito cauzionale e il 2 dicembre 2013 codesto Ente ha invitato gli aventi diritto a presentarsi presso gli sportelli delle filiali Unicredit, entro e non oltre il 31.12.2013, per esigere la somma dovuta.


Purtroppo però molti dei cittadino aventi diritto al rimborso del deposito cauzionale di € 10,00 si sono presentati inutilmente agli sportelli UNICREDIT in quanto, già prima del termine del 31.12.2013 indicato sulla comunicazione di codesto ente, la somma non era più disponibile.

A conferma di ciò vi è la data della comunicazione di Unicredit che da Verona, il 30.12.2013, ha inviato, agli aventi diritto, assegno bancario della somma di € 4.20.

Euro quattro virgola venti a fronte di un importo dovuto dovuto dal Comune di Modica di Euro dieci.

Al fine di fare chiarezza e rassicurare quanti hanno creduto nell’importanza della raccolta differenziata e nella riduzione dei rifiuti installando presso la propria abitazione la compostiera domestica, a nome di alcuni di loro che mi hanno contattato, Le chiedo cortesemente:

– è volontà della Sua Amministrazione incentivare la riduzione dei rifiuti, premiando le famiglie che nel 2013 hanno utilizzato la compostiera domestica, applicando lo sconto del 10% sull’importo della TARES così come era intenzione della precedente Amministrazione? Quando e come, le famiglie coinvolte, potranno avvalersi di tale eventuale sconto?

– per quale motivo, a differenza di quanto comunicato da codesto Ente, a firma dell’Istruttore Direttivo Amministrativo dott.sa Di Rosa Vincenza e del Responsabile P.O. ing Carmelo Denaro, la somma di € 10,00 non è stata riscuotibile fino al termine ultimo del 31.12.2013 così come indicato nella lettera?

– per quale motivo l’assegno recapitato agli aventi diritto alla restituzione del deposito cauzionale non è dell’importo di € 10,00 ma di soli € 4,20 e in che termini potranno questi cittadini avere restituito l’intero importo?

Certo di un sollecito riscontro, nell’ottica di un cordiale confronto e di una comunicazione chiara tra i cittadini e l’Amministrazione porgo distinti saluti.


Modica, 11 gennaio 2014

Maurizio Pisana