Cimiteri: entro l’anno gli appalti per l’ampliamento

0

A settembre si potrebbe procedere all’appalto dei lavori per l’ampliamento dei tre cimiteri comunali di Ragusa centro, Ibla e Marina di Ragusa. La comunicazione è stata data direttamente dal vicesindaco Massimo Iannucci, accompagnato dai tecnici di palazzo dell’aquila, nel corso di un vertice avuto con la Cna. Il giro economico preventivato, a beneficio delle piccole  e medie imprese, si attesterebbe sui 48 milioni di euro.
Per quanto riguarda Ibla, l’Amministrazione comunale ha spiegato di essere già in possesso  della documentazione per l’acquisizione del terreno necessario all’ampliamento, il cui costo si aggira intorno ai 250mila euro, di cui 50mila sono già nel capitolo delle spese da affrontare, mentre il resto sarà corrisposto con le risorse che l’ente incamererà attraverso la concessione dei suoli cimiteriali. In questo modo verranno soddisfatte le quasi 1400 richieste esistenti, vale a dire 705 tombe e 686 mausolei. L’altro aspetto interessante, sempre a Ibla, è legato alla realizzazione di un tempio crematorio che sarà inserito nel Piano triennale delle opere pubbliche 2014. A Marina di Ragusa l’ampliamento previsto è già in atto. Amministratori e tecnici di Palazzo dell’aquila parlano di un numero di 850 tombe e altrettanti mausolei. Se progettualità e tempistica dovessero andare in porto come preventivato, si darebbe seguito a una notevole boccata di ossigeno non solo per le imprese del diretto ma anche per quelle dell’indotto. A compulsare l’amministrazione comunale, in tal senso, è stata proprio la cna, intuendo da subito gli sbocchi occupazionali che tale progettualità avrebbe consentito sul territorio ragusano. Nel corso dell’incontro, è stato pure sbloccato il nodo riguardante le 52 cellette ossario modulari che dovranno essere realizzate nel cimitero di Ragusa centro, dopo che il bando era stato espletato non rispettando, però, i contenuti del regolamento comunale di polizia mortuaria.