Rapina alla Bapr di Pedalino: 8.000 euro il bottino

0

In due a volto scoperto e armati di taglierino si sono introdotti nella filiale e hanno intimato ai due cassieri e al direttore, gli unici in quel momento presenti all’interno della struttura, di consegnare loro tutto il denaro. L’azione malavitosa è avvenuta in maniera molto repentina e dopo aver arraffato i soldi i due, non giovanissimi, forse sui trent’anni, sono scappati, facendo perdere le tracce. A quel punto è scattato l’allarme e sul posto sono arrivati gli uomini del commissariato di polizia di Comiso e della Squadra Mobile di Ragusa che hanno raccolto tutti gli elementi utili all’avvio delle indagini. Si ipotizza che i malviventi siano poi fuggiti a bordo di un mezzo parcheggiato nelle adiacenze dell’istituto di credito. Il bottino, ancora in corso di quantificazione, dovrebbe aggirarsi sugli 8000 euro. Proprio in queste ore gli inquirenti stanno interrogando il direttore e i cassieri e, ovviamente, fondamentali potrebbero rivelarsi le eventuali immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso dell’istituto di credito. Non è certo la prima volta che la banca di Pedalino viene presa di mira dai malviventi. L’ultima rapina risale allo scorso agosto e in quell’occasione ad agire furono in tre, con il volto coperto, che riuscirono a portare via più o meno la stessa cifra.