Prevenzione dei reati, 4 denunciati dai Carabinieri

0

 

I militari della Compagnia carabinieri di Ragusa, nel corso di un servizio di controllo coordinato del territorio hanno fermato e denunciato quattro persone e segnalato al prefetto due tossicodipendenti.

 

La scorsa notte il comando compagnia carabinieri di Ragusa ha messo in campo un servizio coordinato tra pattuglie di reparti dipendenti al fine di prevenire e reprimere prioritariamente i reati contro il patrimonio ed eventualmente ogni altra forma d’illegalità. Il servizio è stato orientato verso quei territori della fascia costiera e delle compagne a ridosso, zone maggiormente colpite da furti in seconde casa e aziende di serricoltura.

 

Verso le dieci di sera una telefonata al numero unico europeo di pronto intervento 112 ha segnalato un allarme presso un’abitazione di Punta Braccetto. I militari, giunti sul posto hanno verificato che qualcuno aveva tentato di aprire la porta ma era fuggito per l’allarme. Un’altra autopattuglia, su auto “civetta”, a circa un chilometro dall’abitazione, ha fermato uno scooter con due giovani a bordo, due braccianti agricoli rumeni di vent’anni, residenti a Santa Croce. Perquisiti, sotto la sella avevano una torcia elettrica con la fascia elastica. Di quelle tanto care a speleologi e ladri. I due giovani però non avevano indosso arnesi da scasso, pertanto erano forse due speleologi alla ricerca di grotte a Punta Braccetto di notte… Dal controllo del motociclo però, è emersa una situazione strana. Il mezzo, pur essendo un 250 aveva la targa di un ciclomotore. E così i militari hanno scoperto che il grosso scooter era stato radiato per esportazione e la targa versata alla Motorizzazione. I due però, per utilizzarlo in una parvenza di legalità, gli avevano apposto una targa proveniente da un ciclomotore rubato nel 2012 a Vittoria, di cui s’erano perse le tracce. Verosimilmente tale mezzo era stato dato alle fiamme poiché la targa – sequestrata dai militari – è tutta bruciacchiata.

 

I due sono quindi stati denunciati per ricettazione. Il conducente anche per guida senza patente, in più gli è stato sequestrato il mezzo (di sua proprietà sebbene senza carta di circolazione) e gli sono state contestate sanzioni per più di 4.000 euro per violazioni del codice della strada per omessa immatricolazione, utilizzo di targa altrui e omessa copertura assicurativa.

 

Un altro motociclo è stato fermato vicino a Santa Croce. A bordo, il proprietario, un ventenne tunisino di Vittoria, non aveva la patente e mai l’aveva conseguita. Pertanto è stato anche lui denunciato per guida senza patente.

 

Un’altra auto sospetta, più tardi, è stata controllata in fondo a Punta Braccetto, A bordo due amici si stavano preparando una “canna” di mezzo grammo di marijuana. I due ventenni santacrocesi sono stati segnalati al Prefetto quali assuntori di stupefacenti.

 

Una serrata e incessante attività di controllo del territorio è fondamentale per incrementare o comunque migliorare la percezione di sicurezza del cittadino. L’Arma con la sua quotidiana presenza, giorno e notte, mira a permettere ai cittadini onesti di dormire sonni più tranquilli.