Attivo il centro di raccolta dei Raee. Presto arrivano anche gli eco-point

403

È attivo già dallo scorso 8 marzo il nuovo centro di raccolta comunale dei Raee, ovvero i rifiuti costituiti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, in via Gianforma Margione a Frigintini. Anche in questo caso la piattaforma di raccolta dei rifiuti da differenziare è stata attivata grazie ad una convenzione – della durata di un anno – tra il Comune di Modica e un privato, la ditta Cicero Angelo, che si è resa disponibile a ricevere i rifiuti nel centro di raccolta approntato presso il proprio impianto. Il centro di raccolta sarà aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13, e i rifiuti in questione – per essere chiari, frigoriferi, condizionatori, lavastoviglie e lavatrici, tv e monitor, computer e altri oggetti elettronici, lampade e neon – potranno essere conferiti gratuitamente. Di contro, il Comune di Modica ha delegato la ditta a riscuotere i corrispettivi riconosciuti per il ritiro dei materiali fatturando direttamente al Centro di Coordinamento dei Raee.

Lo smaltimento di questo genere di rifiuti, il cui stoccaggio necessita di specifici requisiti e di specifiche autorizzazioni, prenderà dunque una strada diversa dagli altri rifiuti ingombranti, che verranno invece conferiti nell’isola ecologica messa a disposizione dalla ditta Puccia.

Nel frattempo, sempre a proposito di iniziative per la differenziazione dei rifiuti, nei giorni scorsi la Giunta ha approvato una delibera che autorizza l’avvio di un progetto pilota proposto dalla società “Garby srl” per l’attivazione di eco-point sul territorio comunale, destinati alla raccolta di alcuni materiali riciclabili (bottiglie in Pet, lattine in alluminio, flaconi). In particolare la società in questione sarà autorizzata a installare – usufruendo del suolo pubblico a titolo gratuito – sei eco-point in sei diverse zone della città (circonvallazione Ortisiana, parco giochi via Sacro Cuore, piazzale Bruno, piazzetta dello stadio Vincenzo Barone, piazza Martiri 29 maggio 1921, piazzale Falcone-Borsellino, piazza Ottaviano a Frigintini). La stessa società si impegnerà a posizionare all’esterno degli esercizi commerciali i contenitori per la raccolta di rifiuti plastici monouso (palette, piatti, bicchieri, coltelli).