Condannato in appello uno scafista dello sbarco del 2011

0

Accompagnò lo sbarco di 53 migranti nordafricani sulle cose di Capo Scalambri, nel 2011. Ora è stato condannato dalla Corte di Appello di Catania a 11 mesi e 13 giorni di reclusione e arrestato dai Carabinieri di Vittoria: si tratta di Ahmed Mahamed Rafat, egiziano di 43 anni, che dovrà anche corrispondere la pena pecuniaria di 540 mila euro.

Così i Carabinieri di Vittoria ricostruiscono i fatti per cui è stato condannato:

“Nello specifico, lo stesso è stato ritenuto responsabile di aver organizzato la traversata a bordo di un gommone di 53 cittadini africani di diverse nazionalità, il cui sbarco avvenne il 1° settembre 2011 a Capo Scalambri, località compresa tra Torre di Mezzo e Punta Secca del Comune di Santa Croce Camerina. Lo stesso venne individuato quale scafista qualche ora dopo lo sbarco e tratto in arresto unitamente ad altri 7 connazionali.
Rintracciato ed identificato dai Carabinieri di Vittoria nella tarda serata di ieri, lo stesso è stato tratto in arresto e, al termine delle formalità di rito, condotto presso la Casa Circondariale di Ragusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante”.