Incendi: in Sicilia mancano aerei. Protezione civile preoccupata

5

La mancanza della disponibilità di mezzi aerei della Regione Sicilia per fronteggiare l’imminente campagna antincendio boschivo genera forti preoccupazioni nel Dipartimento nazionale di Protezione civile.

Lo ha scritto il capo del Dipartimento, Franco Gabrielli, in una nota inviata al presidente della Regione, Rosario Crocetta, dopo che erano giunte 3 richieste di soccorso al Coau (Servizio coordinamento aereo unificato). La decisione presa a livello regionale, indica il Dipartimento, sarebbe causata dalla contrazione delle risorse finanziarie necessarie per rinnovare o bandire le gare per la fornitura di elicotteri destinati all’antincendio boschivo.

“Anche a fronte di una sostanziale invarianza degli assetti di terra” scrive Gabrielli “è del tutto ovvio che non può essere sufficiente contare solo e unicamente sul concorso della flotta aerea antincendio dello Stato che, in base al principio di sussidiarietà sancito anche dalla legge 353/2000 (legge quadro in materia di incendi boschivi), deve garantire, con un numero ridotto di mezzi aerei rispetto agli anni passati, il supporto a tutte le Regioni d’Italia”.