Comiso sporca? Per pulirla, l’assessore assegna “i compiti a casa” alla ditta

7

L’opposizione attacca, l’amministrazione invece spiega. È di ieri infatti l’attacco del consigliere di opposizione Giuseppe Alfano della lista Comiso Vera, secondo il quale la città di Comiso è stata dipinta con tinte fosche e colori plumbei e mai è stata così sporca. Secondo Alfano, l’unica responsabile del degrado in città, è l’ amministrazione che non è in grado, sempre secondo il consigliere, di gestire il servizio di raccolta e di pulizia. L’assessore all’ambiente, Vittorio Ragusa, con toni ben diversi ha spiegato quale sia la situazione e come si sta muovendo l’amministrazione Spataro: “In merito alle dichiarazioni rese alla stampa dal consigliere Alfano – ha dichiarato l’assessore – per certi versi concordo con lui, certo non con gli scenari apocalittici che descrive, quanto invece con il fatto che da un paio di mesi ci sono disservizi nella raccolta della spazzatura e lo spazzamento delle strade a Comiso. Però, colgo l’occasione di questa nota del consigliere Alfano, che ringrazio, per chiarire e spiegare alcune cose. Prima, lasciate manifestare la mia personale soddisfazione perché questa ‘denuncia’ del consigliere, di una città bensì meno pulita nelle ultime settimane rispetto all’ultimo anno, ma comunque di gran lunga più pulita rispetto agli anni precedenti, sta a significare che stiamo lavorando bene e che abbiamo abituato i nostri concittadini a standard di pulizia e decoro più elevati. Poi – ha continuato l’assessore Ragusa – mi preme precisare che il Comune paga puntualmente la ditta che si occupa del servizio di raccolta, per cui nessuna mancanza è da addebitare a questa amministrazione. E ancora: in ragione di questo allentamento del servizio, questa amministrazione, già da qualche settimana, si è premurata di inviare una missiva ufficiale alla ditta, nella quale si richiede urgente relazione di servizio e si chiedono le cause che hanno implicato il disservizio, significando sin da adesso che in caso di ripetersi di siffatti eventi adotteremo ogni atto che si riterrà opportuno – ivi compresa l’applicazione di penali – a salvaguardia del corretto svolgimento del servizio. Inoltre – ha spiegato ancora Vittorio Ragusa – da un sopralluogo effettuato dall’amministrazione comunale, e nell’ottica della piena collaborazione con la ditta, è scaturito che bisogna effettuare nelle prossime settimane degli interventi necessari e urgenti già segnalati con un’altra missiva, e di seguito elencati:

– Pulizia delle strade del centro storico, con lavaggio e smacchiatura, con particolare attenzione per Piazza Fonte Diana, Piazza Dell’Erbe, Pinacoteca, Via Mon Sig. Rimmaudo e Via Di Vita;
– Sostituzione integrale dei cassonetti stradali obsoleti e mal funzionanti per la raccolta dei rifiuti;
– Lavaggio dei cassonetti e di tutte la circostante area di conferimento;
– Bonifica di piccole discariche nelle zone P.I.P., C.da Barco e C.da Targenia di cui la Spett. Ditta darà calendarizzazione degli interventi e comunicazione dell’avvenuta bonifica;
– Diserbatura e spazzamento C.da Barco, Via Roma, arterie ospedale vecchio e nuovo, e zona 167;
– Diserbatura e pulizia cimitero prima dei morti;
– Diserbatura e pulizia piccole aree a verde zona 167, Molinazzo, “Abbiviratura”, spartitraffico Via G. Pascoli e tutte le aiuole del territorio di Comiso e Pedalino;
– Pulizia delle aiole digli ingressi di Comiso e Pedalino;
– Potatura alberi della scuola materna San Giovanni Bosco che protendono dal recinto in un terreno privato
– Potatura alberi Viale della Resistenza, Via Di Vita, Via G.le Cascino (vicino Scuola Saliceto), Piazza Maiorana, Piazza Gramsci, Piazza Padre Pio, Piazzetta Via Volga, Piazza C.so Umberto e Piazza Carlo Max.
– Pulizia colletti alberi di Comiso e Pedalino;
– Pulizia Scarpata Mulino Maione;
– Pulizia griglie;
– Pulizia fontane
– Diserbatura, potatura alberi e pulizia delle aree a verde di pertinenza delle scuole, oltre alla pulizia delle griglie interne alle scuole e al ritiro di materiali ingombranti presente nelle scuole”.

“Come nello stile di questa amministrazione – ha concluso l’assessore Vittorio Ragusa – siamo comunque disponibili ad accogliere proposte e suggerimenti da parte dell’opposizione al fine di una collaborazione costruttiva che abbia ricadute positive per la comunità. Non siamo disponibili invece ad alimentare polemiche inutili che servono soltanto a spazientire i cittadini e certo non a migliorare le condizioni di vivibilità nella nostra città”.