Continua il monitoraggio di Abbate sui servizi al Cimitero di Modica

7

Il sindaco Ignazio Abbate, insieme al responsabile del settore Lavori pubblici Puccio Patti e ai componenti della Commissione di Vigilanza sulla qualità dei servizi cimiteriali – l’avvocato Giorgio Rizza, l’avvocato Luigi Carpenzano e l’Ispettore amministrativo Carlo Iozzia – hanno effettuato nei giorni scorsi un sopralluogo al cimitero comunale.

“Abbiamo voluto constatare lo stato dei loculi gestiti dalle Confraternite”, ha dichiarato il primo cittadino: “dato che alcune edicole hanno problemi strutturali e in alcuni loculi urge un intervento di manutenzione e pulizia. È stato emanato un provvedimento a tutela della pubblica incolumità per impedire il transito agli utenti nei loculi gestiti dal Circolo Di Vittorio sul viale San Massimo. Abbiamo constatato la presenza di rifiuti accumulati nei tre piani e il distacco di ampie porzioni di intonaco dal solaio del terzo piano. Queste condizioni impediscono un accesso sicuro agli utenti. La società Servizi Cimiteriali Modica, nel mese di ottobre in prossimità della Festività di Ognissanti e della Commemorazione dei defunti” ha concluso Abbate “si occuperà di effettuare a titolo gratuito il servizio di pulizia in tutti i loculi compresi quelli gestiti dalle Confraternite“.

Gli spazi gestiti dalle Confraternite, infatti, non sarebbero direttamente sotto la competenza della società Scm, che da due anni gestisce invece il resto degli spazi cimiteriali e dei sevizi in virtù della convenzione ventennale siglata con il Comune nell’ambito del programma del project finanzing per l’ampliamento del cimitero. E in vista del 2 novembre la Scm si è impegnata a raddoppiare i turni nelle aree di propria competenza.

La problematica delle Confraternite, invece, è stata più volte affrontata di recente a Palazzo San Domenico e sono stati programmati diversi incontri, due dei quali – tra cui il sopralluogo – si sono svolti nella settimana appena conclusa, mentre il prossimo è in programma per martedì alle 16 al Comune.
“Dopo l’ultima riunione convocata su richiesta del Comitato di Vigilanza del cimitero”, spiega Abbate “che recepisce le segnalazioni dei cittadini sulle condizioni dei loculi, l’Amministrazione ha avviato una concertazione con i soggetti coinvolti per risolvere le problematiche legate alla presenza di strutture fatiscenti e abusive che, secondo i dati illustrati, sarebbero circa 10.000. È una questione”, ha dichiarato ancora il sindaco Abbate: “che non è stato affrontata dalla precedente Amministrazione. Intendiamo risolvere la problematica definitivamente e a tal fine il Comune si farà carico di intervenire con provvedimenti strutturali su alcuni loculi gestiti dalle Confraternite“.