Accosta per fare pipì e muore per un infarto. È successo sulla Ragusa-Catania

4
Immagine di repertorio

Avrebbe avvertito l’esigenza di fermarsi, a lato carreggiata, per un bisogno fisiologico impellente e sarebbe stato colpito da infarto fulminante accasciandosi al suolo.

È la disgrazia consumata nella tarda mattinata di lunedì 3 novembre, lungo la Ragusa-Catania, a sei chilometri dal capoluogo ibleo.

La vittima è un uomo di 75 anni, originario di Mistretta, e residente a Ramacca. L’uomo, cardiopatico, viaggiava a bordo di una Fiat Panda insieme ad un extracomunitario, suo dipendente, che, visto quanto avvenuto in una manciata di minuti, ha subito lanciato l’allarme.

Sul posto le pattuglie della polizia stradale per accertare quanto avvenuto e regolare anche il traffico veicolare che, inevitabilmente, si è venuto a creare. Dell’accaduto è stato avvertito il magistrato di turno che ha disposto la presenza del medico legale per accertare la dinamica.