Un calcio al razzismo e alla indifferenza. Il calcetto si fa solidale a Ragusa

1

Oggi conferenza stampa a Palazzo dell’Aquila per presentare un duplice evento sportivo, patrocinato dall’assessorato comunale allo Sport retto dal vicesindaco Massimo Iannucci.

Il primo, “Facciamo Rete”, promosso dall’associazione Youpolis si giocherà domani alle 11.00 presso l’ex Enal di via Archimede. Le rappresentative di Comune, stampa locale e delle associazioni Amunì, Youpolis, Ideology e Generazione Zero, si affronteranno ricordando Daniela Di Natale. “Una donna”, ha spiegato  Giosè Chessari di Youpolis “impegnata in diverse realtà sociali delle quali faceva parte. La ricordiamo con il sorriso in bocca, sempre pronta a dare una mano”.

Il secondo, “Say NO to racism”, organizzato da Giovanni Sortino ed Elio Sortino, dell’Asd no al Doping e alla droga si giocherà alle ore 15.00, presso il campetto Santa Maria La Nova di Ragusa Ibla, tra le rappresentative del Comune, della stampa locale e dei ragazzi africani, rifugiati politici, ospiti presso l’Opera Pia Casa d’Ospitalità Iblea di Ragusa Ibla.

“Riprendiamo lo slogan della FiFa“, ha affermato Elio Sortino “perchè crediamo che attraverso il gioco del calcio si possa lanciare messaggi concreti di accoglienza, utili a fare sentire parte della comunità i ragazzi africani che ospitiamo a Ibla. Si tratta attualmente di 74 richiedenti asilo o rifugiati ai quali siamo felici di offrire un’occasione di dialogo e vicinanza da parte della città”.