La domenica del calcio ibleo, sprofondo biancorosso. Sorridono S. Croce e Ragusa

0

Ed è durato poco più di sei minuti il sogno del Vittoria di tornare a casa con tre punti dal Celeste di Messina. Il tempo che è intercorso tra la rete dell’illusorio vantaggio di Vittoria al 37° ed il pareggio messinese di Matera al 43° del primo tempo.
Raggiunta sull’1-1 la squadra di Seby Catania non è più riuscita a venirne fuori ed è stata poi surclassata nella ripresa dalle reti di D’Arrigo e Codagnone. Questa è la quinta sconfitta nelle ultime sei apparizioni e la zona playout è adesso a due passi.

In piena zona playout invece il Modica che, pur senza giocare, è come se avesse perso di nuovo. L’inaspettata vittoria del Giarre a Mascalucia sulla S.Pio X permette ai gialloblù di scavalcare i modicani, relegati ora al quint’ultimo posto in classifica. E domenica trasferta da brividi ad Acireale.

Fanno festa le iblee di Promozione. A cominciare dal Santa Croce che, grazie ai gol di Incardona, La Vaccara e Buscema, stordisce il malcapitato Macchitella e blinda ancora di più il terzo posto dopo che il Gela è stato fermato a sorpresa dal Priolo. Pur privi di Bonarrigo, gli azzurri hanno disputato una gran partita centrando la terza vittoria consecutiva. Adesso l’Atletico Gela è a un solo punto, a sei c’è la capolista Leonzio, che ultimamente ha notevolmente rallentato la propria marcia. Sognare, insomma, non costa nulla.

Poker dell’USD Ragusa sul Città di Catania. Doppietta, e sono 15, per il bomber Andrea Vicari, poi Puglisi e Tosto a completare la giornata. Anche in questo caso i risultati sorridono ai ragazzi di Utro visto che il pareggio casalingo del Palazzolo accorcia la forbice ad un solo punto dagli spareggi promozione.

E un punto d’oro è quello colto dal Comiso che è riuscito nell’impresa di bloccare la Leonzio. I verdearancio erano passati in vantaggio con gol di Rimmaudo prima del pareggio bianconero di Ardizzone nella ripresa. Nel finale Kevin Valerio sbaglia un gol clamoroso che poteva dare una storica vittoria. Il pareggio, comunque, consente alla banda di Lucenti di staccare il Pachino e mettere nel mirino lo Sporting Battiati.