MUOS: ecco perchè la sentenza del TAR di Palermo è inappellabile

5

La sentenza del TAR di Palermo che ha bloccato il MUOS, affermando che è pericoloso per la salute dei cittadini, è inappellabile. Lo afferma il dr. Rino Strano, volto e nome storico dei movimenti No Muos in Sicilia e referente regionale del WWF, che in queste ore ha letto e studiato bene i documenti scoprendo tre elementi molto importanti per il futuro del sistema di comunicazioni satellitari americano.

Tanto per cominciare si tratta, sebbene sembri un gioco di parole, della “revoca della revoca della revoca”. Quella del TAR è, cioè, la revoca degli altri due provvedimenti di revoca a firma del Governatore Rosario Crocetta e datati 2013. Inoltre, nel testo della sentenza, si leggerebbe che i documenti VIA, VAS e VINCA (che autorizzavano la Marina Militare degli Stati Uniti d’America ad avviare e proseguire i lavori all’interno della Sughereta di Niscemi) sono scaduti il 17 giugno 2013.

“Si tratta proprio di quel nulla osta della durata di 5 anni che era arrivato, nel 2008, in barba al fatto che si trattasse di una costruzione da avviare in un territorio che è Riserva Integrale e che ricade in fascia A, quindi assolutamente inedificabile” ha spiegato Strano. “Già è gravissimo e inspiegabile – ha poi aggiunto – che quelle autorizzazioni siano state rilasciate una volta, ma se adesso gli USA dovessero decidere di avviare nuovamente l’iter burocratico per il rinnovo, con tanto di legge contro, sarebbe il colmo e noi, neanche a dirlo, andremmo avanti in sede legale”.

E questo solo per quanto riguarda la parte ambientale. Poi c’è quella relativa alla nostra salute.
Esaminando la sentenza si legge anche che, per i giudici del TAR, non è stato rispettato il “principio di precauzione”, rilevato e verificato, tra gli altri, anche dal verificatore nominato proprio dal Tribunale di Palermo nella persona del prof. emerito Marcello D’amore dell’Università La Sapienza di Roma.

Terzo ed ultimo importantissimo motivo per cui la sentenza di revoca è inappellabile è che i giudici non hanno ritenuto valide e attendibili le conclusioni addotte dall’Enav relativamente alla sicurezza dei voli da e per Comiso.

Per tutti questi motivi, dunque, (almeno in teoria) i giochi sono chiusi e la vittoria dei movimenti No Muos appare schiacciante. I sospirati festeggiamenti, infatti, sarebbero in programma sabato pomeriggio a Niscemi.

Su youtube, intanto, è stato pubblicato un video che mostra quello che da più parti è stato definito “Il Muostro” deserto, spento e silenzioso. Dopo la sentenza in c.da Ulmo tutto tace, come dimostrano queste immagini.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=aFBu-ki6j80&feature=youtu.be[/youtube]