A Ragusa prende vita il progetto “Tanzania, un sogno da accarezzare”

95

Sabato mattina alla Sala Avis di Ragusa è stato presentato il progetto di solidarietà “Tanzania, un sogno da accarezzare”.

Giuseppe Cusumano, Marco IMG_7858Gulino e Alessandro Bucchieri sono i protagonisti ragusani di una iniziativa di solidarietà per i bambini di una missione cattolica nel lontano stato africano. E proprio loro hanno raccontato l’esperienza vissuta nel cuore della Tanzania, a Dar Es Salaam.

 

Pochi giorni passati nella terra dei Masai e del Ruaha National Park, a fianco di padre Salvatore Ricceri, l’uomo che segue una comunità dislocata in villaggi sperduti e dimenticati. Nel 2014, l’incontro di padre Salvatore con l’Ambasciatore d’Italia in Tanzania, Luigi Scotto, ha dato linfa ad un nuovo sogno: completare 3 scuole per dare ai giovani di quell’angolo sconosciuto d’Africa un futuro attraverso l’istruzione. Si tratta della scuola superiore di Julius Nyerere di Migoli, la scuola di Idodi e quella di Magaporo.

Una grande ed importante raccolta fondi per dare a giovani di Iringa la possibilità di avere un futuro, che comprende anche la serata di solidarietà prevista il 18 aprile alle 20.30 all’Auditorium della Scuola dello Sport di via Magna Grecia. L’evento, presentato da Giovanni Falcone, è organizzato grazie alla collaborazione tra Avis, Ambasciata d’Italia Dar es Salaam e Cral della Banca Agricola di Ragusa. Sul palco si avvicenderanno l’associzione Danza Mila Plavsic, il tenore Lorenzo Licitra, l’associazione “Percorsi maliani”, con la partecipazione di Carla Cassola, Giovanni Aresso, la compagnia “Servi e Padroni”, Simonetta Cuzzocrea, Carmelo Gugliotta e Vania Orecchio. L’intro è affidato all’orchestra studentesca del Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Ragusa.