Omicidio nelle campagne di Vittoria: è stato ucciso un bracciante agricolo rumeno

8

Un bracciante agricolo rumeno di 38 anni, incensurato, è stato trovato morto, in contrada Esperia, sulla strada provinciale Scoglitti-Gela.
Secondo le prime ricostruzioni, pare che l’uomo sia stato ucciso con un bastone o una spranga di ferro.

L’Ansa scrive che l’omicidio potrebbe essere avvenuto al termine di una rissa tra uomini di diverse nazionalità. La squadra mobile di Ragusa che, conduce le indagini con l’aiuto degli uomini del Commissariato di Vittoria, non esclude però nessuna pista e gli inquirenti non tralasciano nessuna ipotesi.

Neanche quella della reazione dell’uomo dopo la violenza sessuale che la compagna dell’uomo pare abbia detto alla Polizia di aver subito.
Su questa prima ipotesi lavorano gli investigatori, ma le dichiarazioni hanno bisogno di riscontri e dettagli perché venga confermata la pista della matrice sessuale.

Il corpo del bracciante agricolo è stato trasportato all’obitorio del cimitero di Vittoria dove è stata eseguita l’ispezione cadaverica. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Monica Monego: l’autopsia è già stata disposta e avverrà nei prossimi giorni. Per ora non ci sono ulteriori elementi che possano permettere agli inquirenti di propendere verso un’ipotesi rispetto a un’altra che, col passare delle ore, potrebbe essere smontata da nuovi sviluppi investigativi.