A Scicli il popolo del PD deve scegliere tra Cannata e Savarino. Le primarie il 1 maggio

0

Armando Cannata e Pino Savarino.
Tra questi due nomi il “popolo delle primarie” di Scicli dovrà scegliere il candidato a sindaco del Pd di Scicli, andando a votare il 1° maggio.

Le candidature sono state presentate domenica sera, alla scadenza del termine ultimo fissato dal coordinamento, nel corso dell’assemblea del PD.
Le due candidature sintetizzano quelle che sono state le anime del partito in questi anni e in particolare in questi ultimi mesi: da un lato il segretario cittadino Armando Cannata, molto legato alla senatrice Venerina Padua, già sfidante di Franco Susino alle ultime elezioni e che ha sostenuto fino alla fine la linea della netta opposizione invocandone più volte le dimissioni; dall’altra Pino Savarino, che invece di Susino è stato vicesindaco nell’ultima fase, quella della Giunta tecnica, collocandosi fra quei “responsabili”, tra cui la maggior parte dei consiglieri comunali, che hanno assicurato al sindaco i numeri per mandare in porto provvedimenti vitali come il Piano di riequilbirio finanziario.

Una sfida da cui emergono gran parte delle contraddizioni, spesso aspre, interne al coordinamento e che lo sarà ancor di più se davvero il 31 maggio si andrà a votare – se, cioè, dal Ministero non arriverà il temuto provvedimento di scioglimento per mafia del Comune – e il Pd sarà chiamato a restare unito intorno al risultato delle pri- marie, qualunque esso sia.

A votare, il 1° maggio, saranno poi i cittadini iscritti nelle liste elettorali che sottoscriveranno l’impegno a sostenere i candidati proposti dal Pd e i loro programmi, ma anche i giovani e gli stranieri residenti, co- munitari ed extracomunitari, che si iscriveranno negli appositi elenchi pubblici entro il 29 aprile. Il Pd ha scelto di non prevedere alcun obbligo di contribuzione finanziaria, ma solo la libera scelta di poter contribuire alle spese elettorali con eventuale versamento spontaneo.

[ Fonte: La Sicilia ]