Semplificazione delle procedure antimafia: rinnovato in Prefettura il protocollo di legalità

1
Bando rifiuti, accordo in prefettura

E’ stato sottoscritto ieri nei saloni di rappresentanza di palazzo di governo, il rinnovo del protocollo di legalità, tra il prefetto di Ragusa Annunziato Vardè ed il presidente di Confindustria Enzo Taverniti. Alla sottoscrizione ha assistito il presidente giovani imprenditori di Confindustria Sicilia Giorgio Cappello ed un gruppo di imprenditori.

Il protocollo è stato stipulato nel 2012 e costituisce un’efficace risposta all’esigenza di velocizzazione dei percorsi in materia di antimafia chiamando allo stesso tempo le imprese ad un rinnovato impegno sul fronte dell’etica della responsabilità.

Il protocollo è infatti finalizzato ad eliminare e contrastare le potenziali infiltrazioni di criminalità organizzata. Con il nuovo protocollo si dà una risposta alle esigenze di snellimento e semplificazione delle procedure antimafia. Confindustria si impegna a promuovere presso le proprie imprese associate l’etica della responsabilità e l’obbligo della denuncia dei reati che limitano la libertà economica anche con la scelta dei propri partner fornitori e collaborerà con la Prefettura nella raccolta dati.

Le imprese aderenti al protocollo potranno richiedere l’iscrizione nelle cosiddette white list prefettizie, contestualmente alla richiesta di rilascio dell’informazione antimafia. Il protocollo è stato sottoscritto per adesione anche dal presidente dell’Ance di Ragusa.

Il prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè, ha ribadito che il protocollo si inserisce nell’ambito della collaborazione Stato-Imprese, teso ad incrementare le condizioni di legalità delle attività economiche ed a contrastare le infiltrazioni criminali nelle imprese che, come ampiamente dimostrato, quando presenti, minacciano le stesse fondamenta dell’economia, oltre ovviamente alla libera e leale concorrenza tra le stesse imprese.