Unione comunale Pd, interviene il Primo circolo ibleo

2
Il circolo Pippo Tumino è legittimo

Nuova la sede, stesse motivazioni. Il primo circolo cittadino del Partito democratico interviene nel dibattito politico che da settimane infiamma il Pd ribadendo: “Noi ci siamo”.

Il segretario Gianni Lauretta, affiancato dai componenti dell’assemblea regionale Mariuccia Licitra, Eliana Cavalieri e Nanni Frasca, e dal membro della direzione regionale, Peppe Calabrese, ha espresso il punto di vista del Primo circolo che, in base alle dichiarazioni dei vertici provinciali del partito, non sarebbe più attivo. “Tutto falso – hanno replicato ieri in conferenza stampa –abbiamo svolto regolare iscrizione rivolgendoci agli organi nazionali, presentando 450 tesserati. Sfidiamo chiunque a dire che non possiamo utilizzare il logo e che non rappresentiamo più quel partito che abbiamo contribuito a portare avanti. Abbiamo rappresentanti a Palermo, regolarmente convocati, come in occasione dell’assemblea regionale del 3 agosto”.

Una questione legata a iscrizioni, tesseramenti, date e prassi, che verrà ancora una volta chiarita tramite un ricorso agli organi di garanzia regionali. “Sono stato convocato lo scorso 22 luglio a Palermo – ha aggiunto Lauretta – portando la documentazione che certifica, qualora ce ne fosse bisogno, che noi siamo legittimati a proseguire la nostra azione politica”. E politica intendono fare Calabrese e compagni. “C’è bisogno di tornare a contatto con la gente e far capire che il Pd ibleo è vivo e pronto a scontrarsi politicamente con questa Amministrazione – ha dichiarato Calabrese – che fa acqua da tutte le parti”.

Tornando all’elezione del segretario dell’unione comunale, i rappresentanti del Primo circolo hanno dichiarato di non riconoscere la prassi che ha portato all’elezione di Gianni Battaglia, ma di rimettersi, come del resto hanno sempre fatto, al verdetto della Commissione di Garanzia. “Volevamo una vera unità cittadina e lo abbiamo dichiarato nel corso dell’incontro di maggio al ‘Feliciano Rossitto’: un’Unione ripartita egualmente nei tre circoli, con una figura autorevole e terza come segretario, capace di traghettare il partito verso un nuovo inizio”.

(Fonte: La Sicilia)