Allarme rosso, dalle prossime ore rischio nubifragi nel Ragusano. L’appello: “Rimanete in casa”

15

Peggiorano le previsioni meteo per la giornata di domani. Il bollettino diffuso dalla Protezione civile regionale alle 16 di oggi prevede una situazione di “allarme” per tutta l’Isola per quanto riguarda il rischio idrogeologico. L’intera Isola è ‘colorata’ di rosso nella mappa che indica i vari livelli di rischio: verde (generica vigilanza), giallo (attenzione), giallo ocra (per allarme), rosso (allarme).

Il Dipartimento di Protezione civile regionale ha avvisato tutti i sindaci per predisporre i necessari servizi di salvaguardia della popolazione. Sono previsti temporali di notevole intensità, con rischio di vere e proprie bombe d’acqua. E non è escluso pure il rischio di trombe d’aria. L’allarme riguarda in particolar modo la zona orientale della Sicilia, ma l’allerta è esteso a tutta l’Isola.

“Le condizioni di allarme idrogeologico e idraulico (allerta rossa) dalla mezzanotte di oggi e sino alle 24 di domani, sono state comunicate in queste ore dal Dipartimento regionale di Protezione Civile ai sindaci dei territori interessati, in cui si prevedono temporali e condizioni meteo avverse”. Inizia così una seconda nota inviata dal Comune di Modica. “Il sindaco – si legge nel documento – ha da subito dato disposizioni per attivare dalla mezzanotte di oggi il centro operativo comunale che predisporrà l’attività di presidio territoriale con il compito di monitorare le zone più a rischio a seguito delle forti precipitazioni. Per qualsiasi emergenza il cittadino potrà chiamare il centro operativo comunale al numero 0932/456295”. Il sindaco “invita la cittadinanza a non spostarsi dalla propria abitazione se non per motivi di necessità e urgenza. Sconsiglia di frequentare o sostare, per le prossime 36 ore, in ambienti come scantinati o cantine”. In termini tecnici, la Protezione civile spiega nel bollettino diffuso nel pomeriggio, che “le criticità attese per il rischio idrogeologico e idraulico possono comportare manifestazioni localizzate o diffuse di tipo sia geomorfologico (frane, colate detritiche, ecc) che idraulico nei bacini minori (esondazioni) specialmente in caso di condizioni strutturali inadeguate dei corsi d’acqua e delle reti fognarie e in caso di beni ubicati in contesti a rischio”.

Il maltempo, quindi, dovrebbe iniziare questa notte, ma attenuarsi già nel pomeriggio di domani. Anche il sindaco di Ragusa, Federico Piccitto, ha attivato per domani, il presidio territoriale per il monitoraggio dei punti critici a seguito di previsioni meteo avverse.

“Nella giornata di domani – si legge nella nota di Palazzo dell’Aquila – sono, infatti, previste precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale a carattere diffuso con quantitativi molto elevati e di forte intensità e locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. I cittadini sono invitati per la giornata di mercoledì, 9 settembre, a prestare la massima attenzione negli spostamenti fuori e all’interno della città, a controllare l’ancoraggio di strutture all’esterno delle proprie attività; i gestori di impianti pubblicitari e affissionistici a verificare la tenuta delle proprie istallazioni e le imprese di costruzioni a controllare ponteggi, gru e ogni altra struttura presenti nei cantieri edili”.

La Protezione Civile segnala, inoltre, alla cittadinanza i siti, di seguito elencati, in cui potrebbero riscontrarsi maggiori criticità: via Monelli, via Addolorata, via Risorgimento (dal rifornimento Agip fino all’incrocio S.S. 194), Bretelle laterali di Viale delle Americhe, via Archimede (zona Sacra Famiglia), SP 13 (Centopozzi – all’altezza del sottovia S.S. 115), S.S. 194 (da Ibla a Giarratana), via Alfieri, Zona industriale terza fase, corso Vittorio Veneto (all’altezza della Banca Agricola Popolare), via Archimede angolo viale dei Platani.

Anche dal comune di Vittoria il sindaco, Giuseppe Nicosia, avverte la cittadinanza di “evitare per quanto possibile spostamenti con i mezzi di trasporto privati; tenere i bambini e gli anziani presso luoghi sicuri (abitazioni o altro); prestare la massima attenzione ed adottare accorgimenti adeguati a fronteggiare potenziali pericoli a persone, animali e cose”.