Omicidio di Giuseppe Dezio. Fermati Gaetano Pepi e i figli Alessandro, Antonino e Marco

31
Omicidio Pepi, i fratelli si professano innocenti


Dissapori di vicinato per una strada interpoderale in comune.

Sarebbe questa la motivazione che anche oggi si sarebbe riproposta in contrada Alcerito, e al culmine dell’ennesima discussione tra le parti, la lite sarebbe sfociata nell’omicidio dell’agricoltore 65enne Giuseppe Dezio (nella foto).

giuseppe dezioI presunti autori sono stati immediatamente rintracciati dai carabinieri e portati in caserma alla Compagnia di Vittoria.

Dopo l’interrogatorio sono stati posto in stato di fermo per il reato di omicidio volontario in concorso. 

Davanti al Pm, Valentina Botti, i quattro si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. 

Si tratta di Gaetano Pepi, 69 anni, e dei figli Alessandro, Antonino e Marco, 37, 41 e 25 anni. 

Da capire chi tra i quattro abbia sferrato il fendente mortale che ha colpito la vittima all’addome, procurando lesioni talmente gravi da non lasciare scampo.

I fatti di sangue si sono consumati nella tarda mattinata di oggi in contrada Alcerito in territorio di Vittoria. Immediata l‘attività di indagine compiuta dai carabinieri che nel volgere di poche ore hanno rintracciato i presunti autori.