Scritta omofoba, ‘marchia’ l’auto dell’inquilino che ritarda a pagare l’affitto

1
Scritta omofoba a Comiso

Ha preso probabilmente un cacciavite, o comunque qualcosa di appuntito, e ha ‘marchiato’ la fiancata di un’auto con la scritta omofoba: “Puppo”. 

Non si è accorto però che due signore lo stavano vedendo, perchè quell’auto è di un loro amico a casa del quale le due si stavano recando.

Per il 18enne è scattata una denuncia per danneggiamento e ingiurie di natura chiaramente omofoba. 

La Polizia è riuscita a ricostruire i fatti. Il 18enne è figlio della padrona di casa che ha dato in affitto un’abitazione a un comisano. In quella casa l’uomo era andato a vivere insieme al compagno dal mese di luglio.

A gennaio, avendo ritardato nel pagamento dell’affitto per momentanei problemi economici, l’uomo si è visto arrivare in casa la proprietaria che reclamava l’affitto. Tre giorni dopo il figlio ha pensato ‘bene’, di sfregiare l’auto dell’inquilino con la frase ingiuriosa che sa tanto di omofobia.