Più volte al Pronto soccorso, ma lo rimandano a casa. Muore tipografo modicano

1

Si era recato al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Modica alcune volte, probabilmente tre. Ma era stato rimandato a casa. 

E’ accaduto tra il 23 e il 25 aprile. Quando ieri è tornato nuovamente al nosocomio, però, non c’è stato nulla da fare per Roberto Cannata, tipografo di 67 anni.

I carabinieri hanno sequestrato le cartelle cliniche. “Sono stato informato che il paziente è deceduto – dice il manager dell’Asp 7 Maurizio Aricò –. Aveva delle problematiche intestinali interpretate prima come influenza o gastroenterite, poi rivalutate. Avevo già aperto una inchiesta interna e avevamo programmato un riscontro diagnostico, una ispezione cadaverica, per comprendere meglio cosa è successo”. 

Non è stata ancora fissata la data per l’autopsia.

Roberto Cannata era padre di Lorenzo, noto maratoneta.