Busti di Mussolini sul profilo della consigliera 5 stelle. E scoppia la polemica

5
Immagine di repertorio tratta da facebook

“Noi eravamo fascisti, siamo rimasti fascisti e saremo sempre fascisti”. Un post che Gianna Sigona ha condiviso sulla propria pagina facebook nel giorno del 25 aprile.

E il giorno dopo ha postato una foto con quattro busti del Duce.

Tanto è bastato per far esplodere la polemica sui social. Ma a Repubblica.it la diretta interessata ha replicato: “Siamo in democrazia e sono libera di pensare quello che voglio. Se Mussolini non avesse perso la guerra non avremmo considerato la sua figura in questo modo. Molte cose che ha fatto lui ce le stiamo godendo ancora ora”.

Per la Sigona, come riporta Repubblica, non ci sarebbe contraddizione con le idee del Movimento: “Siamo tutti cittadini che si stanno ribellando al Pd o a Forza Italia. All’interno c’è gente di destra e di sinistra, un po’ di tutto”. 

E’ scoppiata la polemica sui social. C’è chi invita la Sigona a dimettersi, mentre l’ex assessore Stefania Campo scrive: 

“Capisco la necessità di tenere il numero legale in aula ma c’è un limite a tutto. Ci sono principi di cui io sono certa e che per me rappresentano un valore. Se non si provvede prenderò le distanze dal movimento5stelle di Ragusa”.