A Tutto Volume, oltre 50 autori a Ragusa il prossimo fine settimana

1

Ragusa nel fine settimana si trasforma nella capitale della letteratura italiana con ospiti di assoluto rilievo: scrittori, autori giornalisti anche grandi chef e attori famosi saranno #tuttiaragusa per la settima edizione di “A Tutto Volume“, la rassegna letteraria, quest’anno indicata tra i dieci festival più importanti d’Italia in questo periodo, che si svolge nel cuore del barocco.

Oltre 50 autori, più di 30 eventi in 20 location, sei sezioni (incattedra, inparola, incipit, incucina, inscena, infavola) e circa 50 ore di programmazione. Tra i tantissimi ospiti ci sono Gian Carlo Caselli, Stefano Boeri, Salvatore Settis, Paolo Di Paolo, Diego De Silva, Antonio Pascale, Estelle Laure, Ninni Bruschetta e Gualtiero Marchesi. L’apertura e la chiusura saranno affidate a Valerio Massimo Manfredi e Corrado Augias.
Il festival è stato presentato stamani in conferenza stampa al Comune di Ragusa. A promuovere l’evento, ideato da Alessandro Di Salvo, è la Fondazione degli Archi presieduta da Angelo Buscema. Un weekend tutto dedicato alla cultura con un programma che spazierà dalla narrativa all’attualità, senza trascurare enogastronomia, musica, spettacolo e una sezione dedicata ai giovani lettori.

Dal pomeriggio a tarda sera, venerdì e sabato il festival animerà il centro storico di Ragusa Superiore e domenica quello di Ragusa Ibla, la parte più antica della città, con un programma ricco di appuntamenti, tutti a ingresso gratuito.

Il sindaco di Ragusa, Federico Piccitto, si è detto ben felice di accogliere anche quest’anno “questa manifestazione ormai consolidata che è cresciuta in termini di partecipazione ma anche di popolarità a livello nazionale grazie agli ospiti di prestigio. Una formula di successo che porta migliaia di persone ad assistere ai vari incontri e a restare incantante per il connubio tra la narrazione di un libro e i monumenti della città. Quest’anno tra l’altro un incontro si terrà in aula consiliare, simbolicamente il palazzo si apre al festival e il festival entra nel palazzo“.
Dopo i saluti di Buscema, presidente della Fondazione degli Archi, l’ideatore e curatore Alessandro Di Salvo ha ribadito l’importanza della manifestazione “che vede davvero, #tuttiaragusa, i principali esponenti italiani della letteratura, della filosofia, dell’archeologia, della ricerca scientifica, della magistratura, ma anche del cinema e della cucina per un weekend che sarà una festa di libri ma soprattutto una festa per la città”. Anche quest’anno partnership con il festival letterario di Padova, con la radio universitaria Radio Zammù e poi cento, tra volontari di Youpolis e studenti del liceo linguistico, che collaboreranno attivamente. Il festival è finanziato al 60% da sponsor privati che hanno aderito al progetto culturale con grande entusiasmo.
Va ricordata anche la sezione “Extra Volume” che vede associazioni, librerie ed editori locali e regionali realizzare altri appuntamenti che ben si collegano al festival. In questa sezione, tra i vari ospiti, anche Achille Occhetto e Simona Lo Iacono, finalista al premio Strega. Il programma completo è scaricabile sul sito www.atuttovolume.org

 

Anche il presidente del Consiglio Comunale Antonio Tringali,  ha commentato con entusiasmo la manifestazione:   “Grazie alla lungimiranza di Alessandro Di Salvo, patron di A Tutto Volume, è stato possibile per la prima volta introdurre anche Palazzo dell’Aquila, tra le location di Ragusa in cui saranno presentati i libri inseriti nel calendario della bellissima manifestazione. Oltre alla conferenza stampa che è stata tenuta nell’aula consiliare, la stessa aula è presente, quest’anno, nel circuito di location che ospiteranno le presentazione dei libri. In particolar modo, avremo il piacere di accogliere sabato 18 giugno alle ore 17 nell’aula consiliare del Comune di Ragusa la presentazione del libro ‘Le streghe di Lenzavacche’ della scrittrice Simona Lo Iacono, semifinalista al Premio Strega 2016. Oltre a poter ospitare questa presentazione e la graditissima scrittrice, l’idea è quella di far fruire alla cittadinanza l’aula consiliare che solitamente ospita i lavori consiliari e viene utilizzata per la presentazione di qualche evento di profilo istituzionale. L’intento è rendere concreta la possibilità che il Comune sia sempre il Palazzo dei cittadini e fare in modo che l’aula consiliare, come in questa occasione, possa essere considerata tra le sedi dove poter svolgere eventi di spessore e di caratura culturale e istituzionale che interessino tantissime persone. Grazie dunque all’organizzazione di A Tutto Volume per aver accolto la nostra proposta, ad Alessandro Di Salvo per la sensibilità dimostrata e a Simona Lo Iacono che spero possa trovarsi a suo agio in questo luogo”.