Refezione scolastica, revocato da oggi l’affidamento alla Stefano srl

33

La decisione è stata presa con determina del dirigente del Settore Pubblica Istruzione.

Nella determina viene ripercorso tutto l’iter, incluso il ‘botta e risposta’ di osservazioni e controdeduzioni. Nel documenti si legge: “Le motivazioni sopra addotte (da parte della ditta, n.d.r.) dimostrano ampiamente che ricorrono tutte le motivazioni e gli elementi per revocare l’appalto in questione e risolvere in conseguenza il rapporto contrattuale… in quanto le inosservanze sopra descritte dimostrano una palese reiterazione delle condotte non conformi al capitolato di gara, e le stesse risultano altresì gravi per i pericoli che derivano alla speciale utenza formata da minori. La gravità delle inadempienze risiede poi, oggettivamente, nella impossibilità, stante la natura della prestazione, di poter porre successivamente rimedio all’inadempienza: se il pasto non viene fornito, o viene fornito in modo tale da non poter essere consumato, non è pensabile che la prestazione mancante possa essere fornita in aggiunta il giorno successivo. Si sottolinea l’ulteriore gravità con particolare riferimento alle carenze riscontrate nella elaborazione e consegna delle diete speciali ed alla inadeguata igiene del centro cottura e delle attrezzature come dimostrato dalla nota n. 9217 del 23 gennaio 2018; tutto questo rappresenta un grave inadempimento alle obbligazioni contrattuali da parte dell’appaltatore, tale da comprometterne la buona riuscita delle prestazioni e far conseguire la risoluzione del rapporto contrattuale; Rilevati, inoltre, i disagi notevoli all’utenza che hanno causato una diminuzione sostanziale nella prenotazione dei pasti anche con riferimento allo stesso periodo dell’anno verificato dall’ufficio, con evidente mancato gradimento dei pasti somministrati”. Il Comune rileva che ”le violazioni sopra indicate reiterate fin dall’inizio dell’appalto e mai cessate nel prosieguo hanno provocato un costante inadempimento contrattuale tale da non consentire il proseguimento del servizio”.

Dal Comune fanno sapere che “il servizio rimarrà sospeso per i prossimi giorni, per riprendere nel corso della prossima settimana. Tale comunicazione è stata trasmessa ai Dirigenti Scolastici per la più ampia diffusione alle famiglie interessate”. Il Comune assicura “all’utenza che i crediti accumulati con l’acquisto dei pasti saranno mantenuti con le modalità che saranno rese note nei giorni successivi”.