Le Soste di Ulisse: Pino Cuttaia è il nuovo presidente

19

Tutti siamo presidenti! Nessuno escluso”.

È la prima dichiarazione pronunciata da Pino Cuttaia da presidente dell’Associazione Le Soste di Ulisse subito dopo l’elezione avvenuta per acclamazione e condivisa all’unanimità dal direttivo.

Sono stati i soci ‘storici’ Angelo Treno, padrone di casa del ristorante Al Fogher dove è avvenuta l’elezione nella giornata di ieri, e il presidente onorario Nino Graziano a proporre al direttivo il nome di Pino Cuttaia, su cui si è fatto subito quadrato, riconoscendone da parte di tutti le qualità umane, la competenza professionale e la lungimiranza programmatica per portare avanti i tanti progetti che Le Soste di Ulisse hanno in animo di realizzare nel prossimo triennio, periodo di durata del mandato.

Come primo atto, poi, Pino Cuttaia ha proposto lo chef Tony Lo Coco come vicepresidente, Luciano Pennisi riconfermato nel ruolo di vicepresidente vicario e Mauro Malandrino è stato indicato tesoriere. Cariche che il direttivo ha approvato, anche in questo caso, all’unanimità.

Da parte mia – ha dichiarato il presidente Cuttaia – ci sarà la massima disponibilità nel fare e nell’ascoltare il pensiero di tutti. Questa associazione è longeva ed è diventata punto di riferimento nel panorama siciliano e su scala nazionale grazie al lavoro che tutti da quindici anni a questa parte abbiamo compiuto, anche con il semplice passaparola. Il primo brindisi,ieri, lo abbiamo fatto a quel grande uomo ‘visionario’ che ci ha messi insieme e che ci accompagna sempre nel nostro percorso. I calici li abbiamo alzati ad Enrico Briguglio, ricordando sempre a noi stessi la genesi de Le Soste di Ulisse e la grandezza che prima di tutto deve rappresentare come momento di aggregazione e di unione tra amici. Condivisione – ha proseguito Cuttaia – sarà lo strumento per presiedere l’associazione, accanto ad un direttivo di esperienza e di passione, i due elementi di forza che ci condurranno lontano e ci faranno ulteriormente apprezzare. Ringrazio, infine, chi ha tanto lavorato per la nostra associazione, quale il presidente uscente Ciccio Sultano, e chiedo a tutti gli associati di far giungere progetti, suggerimenti, iniziative e tutto ciò che, ancora una volta, potrà far fare alla nostra associazione la differenza nel panorama culturale siciliano ed italiano”.