Allarme furti a Vittoria, parla una vittima: “Colpito due volte in 15 giorni, vogliamo più controlli”

295

E’ di nuovo allarme criminalità a Vittoria. Numerosi commercianti stanno denunciando furti in serie, i malviventi sembrano agire sistematicamente al calare della notte e il modus operandi è sempre lo stesso: dopo essersi procurati dei mezzi (auto, furgoni o camion rubati) in retromarcia vanno ad infrangere porte e vetrine, poi portano via tutto quello che possono. I danni sono veramente ingenti, economici e strutturali.

E’ successo qualche notte fa ad un negozio di fitofarmaci, ed è successo anche ad un negozio di articoli casalinghi di via Rattazzi (colpito per due volte in 15 giorni, la seconda proprio poche ore fa), ad un tabaccaio di Scoglitti, ad una farmacia di Pedalino e al rifornimento di benzina nei pressi dell’istituto comprensivo Pappalardo. In quest’ultimo caso hanno forzato la porta, danneggiandola, senza riuscire ad entrare e pare che il colpo al negozio di fitofarmaci sia stato messo a segno subito dopo, infatti dista solo pochi metri. I malviventi stanno colpendo con una frequenza che sta preoccupando davvero molto gli esercenti, che si sono rivolti alle forze dell’ordine. Le indagini sono in corso, ma, ovviamente, nulla trapela.

Il negozio di casalinghi, come detto, è stato preso di mira già due volte e il titolare, Marco Cannizzo, racconta che “nel primo caso sono stati rubati i soldi contenuti nella cassa, i prodotti in vendita e le chiavi lasciate in un cassetto. Individuato il garage poco distante, lo hanno aperto portando via una macchina, un furgone e uno scooter, che sono stati poi ritrovati parcheggiati in varie zone della città. Il secondo colpo lo hanno messo a segno proprio stanotte. Siamo preoccupati, abbiamo paura e vogliamo più controlli“.

Molti elementi lascerebbero pensare che i ladri stessero aspettando il momento adatto per utilizzare i mezzi rubati a mò di ariete. I cittadini sono davvero preoccupati, del resto le immagini (relative ai colpi messi a segno nelle ultime ore) parlano da sole.