Alessandro Sittinieri: “Una priorità risolvere il problema dei bus turistici a Ibla”

137

Turismo e vivibilità a Ragusa Ibla. Un binomio che non sempre riesce ad incastrarsi bene, su cui incombe il silenzio dell’attuale amministrazione nel non affrontare alcuni problemi di natura logistica che hanno creato difficoltà a chi nel quartiere barocco vive e lavora.

Ad intervenire sulla questione il candidato al consiglio comunale di Ragusa, in quota alla lista Fratelli d’Italia Alessandro Sittinieri, dopo un sollecito ricevuto dai vertici dell’associazione VivIbla che lavorano instancabilmente per rendere fruibile a tutti il quartiere barocco.

I rappresentanti dell’Associazione VivIbla – ha spiegato Sittinieri – mi hanno messo al corrente del disagio continuo e costante che provocano i bus turistici che giornalmente stazionano vicino la chiesa del Santissimo Trovato, facendo in taluni casi manovre di parcheggio un po’ azzardate e comunque sostando, laddove non vi è posto lungo gli stalli, anche in doppia fila creando veri e propri ingorghi al traffico. I rappresentanti dell’associazione VivIbla mi hanno riferito di aver più volte interessato l’Amministrazione di questo problema, ma di non aver ricevuto alcuna risposta in merito. Le difficoltà proprio in queste settimane stanno aumentando al pari del numero di autobus turistici che giornalmente raggiungono il quartiere barocco. Come evidenziato dalla stessa associazione, basterebbe poco per risolvere il problema. Io stesso ho compiuto un sopralluogo in zona per meglio rendermi conto e ho valutato l’effettivo disagio. In modo contestuale, recandomi sui luoghi citati, mi sono reso conto delle possibili alternative per intervenire. Come suggerito da VivIbla, bisognerebbe far fermare i bus turistici nei posteggi sotto corso Don Minzoni, dove possono far manovra agevolmente, trovare posteggio e far scendere in sicurezza i passeggeri. In alternativa, si dovrebbe rinforzare il solaio dei posteggi di Largo San Paolo ed istituire in quell’area il capolinea per i bus, dove oltre allo spazio di manovra e agli stalli, ci sono strutture idonee alla prima accoglienza, tra cui infopoint e servizi igienici.

Ritengo – ha concluso Sittinieri – che tale possibilità sia assolutamente percorribile e sarà mia cura promuovere un incontro con l’associazione VivIbla e con quanti vorranno partecipare, per affrontare questa e altre problematiche con cui, a stagione turistica iniziata, residenti e commercianti devono fare i conti. Noi crediamo profondamente sullo sviluppo del turismo e sulla continua e costante valorizzazione di Ragusa Ibla, tuttavia non va dimenticato che si tratta di una zona della città con una discreta densità abitativa e con la presenza di attività commerciali che hanno reali esigenze 360 giorni l’anno. Basterebbe avere un vademecum organizzativo a cui tutti attenersi. Questa sarà una priorità del sottoscritto e di Fratelli d’Italia”.