Addio all’Estate. La denuncia di Insieme: “Delibera fatta dopo l’evento”

370
Fuochi d'artificio
Immagine di repertorio

“Amministrare con oculatezza, e secondo le regole del buon padre di famiglia. Questo dovrebbe essere il principio da seguire nell’amministrazione di una comunità.
Il Sindaco Cassi opera, invece, con molta superficialità senza avere, evidentemente, contezza di quali sono le regole basilari di una sana amministrazione”.

Lo affermano i responsabili del gruppo Insieme, che ha in Giorgio Mirabella il suo rappresentante in Consiglio comunale.
Il gruppo Insieme, nell’esercizio di controllo degli atti amministrativi, attenziona la determina dirigenziale n. 136 del 08 ottobre 2018, con la quale il Comune di Ragusa assegna un contributo straordinario di 24.000 euro per l’Addio all’estate alla Associazione Culturale Rusina.

“Facile contestare che si è deliberato in data 8 ottobre per pagare l’evento del 22 settembre, in barba alle regole, si spendono i soldi di oggi per pagare le manifestazioni già in archivio”.
“Non si può fare”, dicono quelli di Insieme che aggiungono: “o forse ci vogliono fare credere che per permettere di considerare ancora l’evento in itinere e rendere compatibile la determina è possibile dare corso ad uno spettacolo dedicato ai bambini ed alle famiglie denominato “GiocaBimbo”, con gioco gonfiabile, previsto per il giorno 14 ottobre a piazza Torre a Marina di Ragusa. Addirittura c’è chi sospetta che dell’evento coda, a Marina di Ragusa, nel giorno del 14 ottobre, non ci sia stata traccia”.

“Questo artificio consentirebbe di potere pagare a posteriori manifestazioni già realizzate o, forse, il contributo è destinato a coprire solo l’impegno economico che l’organizzazione compie per mettere su la giornata dedicata ai bambini. Non lamentiamoci, allora, se i soldi non bastano mai” concludono quelli di Insieme che chiedono anche chiarimenti sul fatto che, in conferenza stampa, era stato detto che il Comune avrebbe sostenuto solamente la spesa dei fuochi, mentre ora siamo arrivati a 24.000 euro. “Ci tocca dare ragione a chi diceva vedrete i fuochi costeranno davvero tanto!”.