5 chili di droga in casa, ambulante finisce in carcere

1144

Alle prime luci dell’alba, a Comiso e Acate, i Carabinieri della Compagnia di Vittoria, congiuntamente a personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia” e ai colleghi del Nucleo Cinofili di Nicolosi (CT) – a conclusione di un più ampio servizio straordinario finalizzato alla ricerca di armi e droga, quale naturale prosecuzione dell’attività info-investigativa che ha portato domenica scorsa all’arresto in flagranza per detenzione di sostanze stupefacenti di un 35enne tunisino nella villa Comunale di Comiso – hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 37enne commerciante ambulante residente a Comiso, poiché all’esito di una perquisizione domiciliare svolta presso la sua abitazione è stata rinvenuta una stanza adibita a deposito di 5,00 kg di “marijuana” essiccata. L’uomo aveva costruito un vero e proprio essiccatoio che sfruttava il calore emesso da una stufa elettrica e un ventilatore, che nella circostanza sono stati sequestrati.

La successiva perquisizione estesa anche alle pertinenze dell’abitazione, ha consentito di rinvenire quali cose pertinenti al reato e quindi sequestrate: tre bilancini di precisione e vario materiale usato per il confezionamento.

Il Comando Provinciale di Ragusa sta svolgendo ulteriori approfondimenti investigativi finalizzati a capire dove l’uomo si sia approvvigionato dello stupefacente.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa, su disposizione del Sostituto Procuratore presso la Procura della repubblica di Ragusa, dott. Sodani.