Un successo il “Workshop di Circlesinging” condotto da Albert Hera

80

Sabato 1° dicembre si è svolto a Ragusa il “Workshop di Circlesinging” condotto da Albert Hera straordinario cantante jazz specializzato in improvvisazione corale che annovera tra le sue collaborazioni quella con Bobby Mc Ferrin, uno tra i più importanti vocalist al mondo.

Tanti i partecipanti all’appuntamento promosso da Giovanni Dall’Ò e Vera Sorrentino dell’Associazione Culturale Musicale Shine grazie alla preziosa collaborazione dell’insegnante di canto Alessandra Rizzo.

Un evento formativo d’eccellenza con un professionista dalle vaste e solide competenze tecnico-stilistiche e pedagogiche. Albert Hera è infatti uno dei più importanti e rinomati insegnanti di canto in Italia, invitato dallo stesso Mc Ferrin a cantare in 4 dei 7 brani contenuti nella ambiziosa opera arrangiata da Roger Treece “Vocabularies”, candidata a 3 “Grammy Awards” e vincitrice del premio miglior album di world music ai prestigiosi Image Awards.

“Circleland” è stata un’esperienza in cui immergersi totalmente. «Ogni cerchio – spiega Albert Heraè unico e irripetibile. Tutto si gioca nel qui e ora, nell’empatia che si crea, nell’energia che si genera e che ognuno dei partecipanti contribuisce a costruire nella relazione con gli altri. Noi insegnanti dobbiamo metterci più a nudo possibile e lasciare che la persona che abbiamo di fronte possa esprimersi. La musica nasce per stare insieme, vive d’insieme, è questo il senso di “Circleland”, è uscire dalla propria zona comfort, confrontarsi, dedicarsi del tempo per crescere come persone e come artisti. Ogni minuto che dedicate a voi stessi è un minuto che regalate alla vostra vita».

Ancora una volta l’Associazione Culturale Musicale Shine è stata protagonista di un appuntamento importante per la formazione personale e professionale di ogni artista. «È stato un grande piacere avere con noi Albert Hera. – commenta Giovanni Dall’Ò Mi auguro che questo possa essere l’inizio di un percorso formativo che nell’approccio si è dimostrato pioneristico, coinvolgente, efficace per tutti coloro che hanno partecipato compreso me. In prima persona ho potuto sperimentare l‘energia che si crea grazie al cerchio e alla“Circlesinging” in cui ci sono state pedagogia, didattica e tecnica, tutte affrontate in un modo istintivo e semplice, attraverso la spontaneità delle emozioni. Ringrazio Alessandra Rizzo per aver reso possibile questo evento».

Quello che ha reso unico “Circleland” è stata la sua versatilità e trasversalità. All’evento erano infatti presenti bambini, giovani e adulti, tutti uniti in cerchio a cantare all’unisono. «Collaborare con Albert è un grande onore. – spiega l’insegnante di canto Alessandra Rizzo – Ho vissuto più volte l’esperienza del “Circlesinging” e credo che permetta di avere una visione diversa del mondo della voce, più libera, lontana dai tecnicismi e fruibile da chiunque voglia avvicinarsi al canto. Ho sempre sperato che i miei ragazzi potessero avere questa grande opportunità e grazie all’aiuto di Giovanni e Vera di Shine Records tutto questo è diventato realtà. Sperimentare l’improvvisazione corale insieme ai miei allievi è stato emozionante, vedere che eravamo più di venti persone al workshop e che il nostro era un cerchio variegato, è stata una immensa soddisfazione».

Il viaggio in Sicilia di Albert Hera è proseguito domenica 2 dicembre al “Borghetto Europa” di Catania con un altro “Workshop di Circlesinging” che ha riscontrato un enorme successo. L’evento si è concluso con il concerto a ingresso gratuito “Albert Hera & Friends”. Le donazioni spontanee sono state devolute in favore del progetto Oakwood.