A Giarratana il miglior presepe vivente siculo-ibleo

229

Incetta di riconoscimenti per il presepe vivente di Giarratana in vista della 28esima edizione che prenderà il via il prossimo 26 dicembre nell’antico quartiere del Cuozzu. L’associazione culturale regionale Amici del presepio delle Madonie e di Sicilia di Geraci Siculo, nel Palermitano, ha consegnato al presidente Rosario Linguanti e ai componenti dell’associazione

Gli Amici ro Cuozzu, che si occupa di predisporre la rappresentazione vivente, tutta una serie di premi, nel corso di una cerimonia tenutasi nei giorni scorsi a Lentini, che mettono in risalto come l’edizione 2017-2018 del presepe vivente sia riuscita a catturare l’attenzione degli addetti ai lavori per l’alta qualità dell’allestimento. Il premio più prestigioso è quello ottenuto grazie anche all’opera internazionale PraesepiumHistoriae Ars Populi San Pio da Pietrelcina e con il Centro nazionale di coordinamento e animazione “Storici artisti e presepisti d’Italia” San Francesco d’Assisi che ha conferito a Giarratana il premio presepistico internazionale “Praesepium popoli” in qualità di miglior presepe vivente siculo-ibleo “per la magnifica ripresa – è scritto nella motivazione – della consolidata tradizione della popolare rappresentazione presepiale vivente in luoghi restaurati della memoria storica del borgo antico, riallestito con rinnovata passione nel rigoroso rispetto delle tradizioni di vita, di lavoro e di fede dell’universo culturale dei Monti Iblei”.

Inoltre, sempre nel contesto della stessa cerimonia, e sempre da parte delle stesse associazioni, gli Amici ro Cuozzu hanno ottenuto il premio presepistico nazionale PraesepiumItaliae per alti meriti presepiali e valore tecnico spirituale. In primo piano “gli allestimenti acquisiti nel tempo dalla straordinaria realizzazione – questa la motivazione – di un presepe vivente popolare giarratanese che rimane, per sempre, un eccezionale spaccato della civiltà contadina siculo iblea, riallestito dopo la pausa di un anno, con la medesima passione ed encomiabile impegno, impreziosito da lodevoli gesti di cristiana carità verso gli ultimi”. Inoltre, Gli Amici ro Cuozzu, già cavalieri del Santo Presepe d’Italia, sono stati nominati Principi del Santo Presepe di Sicilia. In più, in forza del premio PraesepiumPopuli, la città di Giarratana è stata riconfermata “Città internazionale del presepe”.

Naturalmente questi riconoscimenti – sottolineano Gli Amici ro Cuozzu – ci spingono a fare sempre di più e meglio, consapevoli del fatto di volere riproporre, anche quest’anno, un suggestivo itinerario religioso e culturale nella tradizione e nella fede. Per cui invitiamo tutti a venirci a visitare, sapendo che cercheremo di fare sempre di più e sempre meglio”. Oltre al 26 dicembre, data dell’esordio, gli altri appuntamenti sono in programma il 30 dicembre,l’1, il 5 e il 6 gennaio.