Giovanni Buccheri racconta storie di vite intrappolate in Sabbie Mobili

396

Sabbie Mobili è il nuovo libro pubblicato dalla casa editrice romana The Freak di cui è coautore il giovane ragusano Giovanni Buccheri.

Nato a Ragusa, dopo un percorso di studi incentrato sul campo della politica, si è specializzato a fine novembre in Scienze del Governo con indirizzo Politiche Pubbliche. Sempre interessato alla bellezza della legge e soprattutto della Costituzione, adesso si è impegnato in questo nuovo progetto. Un libro che raccoglie 4 racconti di vite intrappolate, che rimangono immobili senza la possibilità di cambiare nulla.

Queste storie – racconta Giovanni – esprimono il nostro smarrimento generazionale, culturale e sociale; lo mettono sotto i nostri occhi con durezza e crudezza, senza moralismi o suggerimenti”.

E la storia narrata da Giovanni parla proprio di una di queste vite, quella di Ivan, un ragazzo di Napoli che l’autore ha conosciuto durate un progetto nato per portare la legalità e la Costituzione all’interno delle scuole.

Ivan è un ragazzo che è stato coinvolto in una rissa ed è stato accusato di tentato omicidio. Dall’accusa viene scagionato e quel momento gli cambia davvero la vita”.

Il messaggio che vorremmo che passasse con questo libro è che troppo spesso, nelle nostre città, esistono luoghi, quartieri dove i ragazzi non hanno alternative. Nel contesto dove vivono non esistono le regole dello Stato ma quelle del posto. Queste persone, non hanno una alternativa, una via d’uscita perché non conoscono quale siano le vere regole. A quel punto  far parte di una gang diventa naturale”.

Sono storie dunque di forte impatto, non solo Apnea di Giovanni Buccheri, ma anche le altre tre storie che si intitolano:Immersi a metà, Lasciarsi affondare,Per una boccata d’aria, di cui sono autori tre ragazzi di Roma: Ludovica Tripodi, Isabella Inguscio e Federico De Giorgi.

Il libro sarà, dal prossimo fine settimana, disponibile su Amazon  e sul sito della casa editrice e a breve nei siti delle librerie Mondadori e Feltrinelli.

Pagine che sicuramente vale la pena di leggere!